Pane ai semi di lino

23 marzo, 2012

Giusto per riagganciarci al discorso sui semi di lino iniziato nel post precedente
la Pasta madre in questi giorni freme nel suo vasetto, tra non molto inizierà la produzione di Colombe per Pasqua (ci credete che alcune mi sono state prenotate subito dopo Natale??? Stavo giusto iniziando a riprendermi dalle tre settimane passate a sfornare panettoni…), di conseguenza ho un po’ di pasta da smaltire. Approposito, dopo il rinfresco, una volta maturato l’impasto, se non avete voglia di panificare vi suggerisco un nuovo impiego per la Pasta madre: prendetene dei pezzetti grandi quanto un pugno, stendeteli sottilissimi con un mattarello, spolverateli con del sale e mettete a scaldare sul fuoco una padella piatta (tipo quella per le piadine… o una normale antiaderente), quando sarà caldissima adagiatevi sopra il vostro disco di Pm e cuocete per qualche minuto su ogni lato, se volete un pane piatto (tipo il chapati indiano) vi conviene bucherellare la pasta con la forchetta, in caso contrario vedrete gonfiarsi tantissimo il vostro pane (io ed Andrea quando abbiamo provato morivamo dal ridere, avevamo di fronte un pane a forma di pallone!!!). 
Potete farcire il pane come una piadina, o tagliarlo a spicchi per accompagnare un dal di legumi o un curry indiano, o semplicemente servirlo con delle salsine o hummus… bhè se non lo salate troppo… è buono anche con la marmellata!

Pane ai semi di lino 
(ricetta tratta e  modificata da “La pasta madre” di Antonella Scialdone, in arte Pappa Reale )
Ingredienti

200g farina integrale
175g farina di farro
300g acqua
150g pasta madre rinfrescata
100g semi di lino
1 cucchiaino di miele o malto
9g sale

Una curiosità riguardo ai semi di lino (e ai semi di Chia che purtroppo in Italia si fatica a trovarli, io li ho presi durante il viaggio negli USA) è che, se ammollati in acqua, tendono a gelificare il liquido, creando una sorta di budinetto. Questa cosa è sfruttata, ad esempio, per creare piccoli pudding dolci con succo di mela e semi di Chia/lino, o con latte come liquido di partenza, arricchendo poi il tutto con cacao, frutta, insomma dei supercibi sia dal punto di vista nutrizionale e sia dal punto di vista del gusto!
Per fare questo pane, ad esempio, si inizia col mettere a bagno i semi per 30 minuti in 73g di acqua (presi dal totale della ricetta).
Nel frattempo mettere la Pm nella ciotola dell’impastatrice e aggiungervi la rimanente acqua tiepida, andando a scioglierla con una forchetta, aggiungere poi malto e farine e impastare velocemente. Coprire e lasciar riposare una mezzoretta.
Passato questo tempo aggiungere all’impasto i semi di lino con il loro liquido (saranno diventati un vero e proprio gel) e il sale, azionare l’impastatrice e lavorare per bene sino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Formare una palla e lasciar lievitare 3 ore in un luogo tiepido, coprendo il tutto con un panno umido o un telo da lievitazione, Passato questo tempo sgonfiare l’impasto e procedere con una serie di pieghe a portafoglio.
Lasciar riposare un’ora. Riprendere l’impasto, formare delicatamente un salsicciotto e metterlo a lievitare in uno stampo da plumcake, lasciar lievitare altre 3 ore (o fino al raggiungimento del bordo dello stampo)
Infornare a forno statico a 200°C per 45-50 minuti.
Quando cuocio il pane negli stampi in acciaio completo la cottura con altri 5 minuti togliendo il pane dalla forma e poggiandolo direttamente sulla placca del forno rivestita di cartaforno, in modo che asciughi bene alla base.

comments powered by Disqus