Torta rustica con farina di segale e verdure primaverili

3 maggio, 2012

Gli ultimi temporali hanno spazzato via definitivamente i nuvoloni grigi che da qualche giorno stazionavano nei nostri cieli, e con i primi raggi di sole non possiamo non ammirare la magia che l’acqua degli ultimi giorni ci ha regalato: tutto attorno a noi è rinato, gli alberi appaiono ancora più verdi dopo il grigiore a cui eravamo abituati ultimamente, i fiori sono sbocciati e le erbe aromatiche piantate sul terrazzo riempiono l’aria dei loro profumi.
Con l’arrivo del bel tempo scatta anche la voglia di cibi più freschi e leggeri, veloci da preparare anche con qualche ora di anticipo e consumati a temperatura ambiente, magari apparecchiando direttamente sul tavolo di legno in giardino… o sul balcone… o perchè no, stendendo direttamente una coperta su un prato!
Trovo che le torte salate siano una soluzione comoda e sfiziosa per questo genere di pranzi e non è vero che sono pesanti e caloriche, basta apportare qualche piccolo accorgimento, vincere la pigrizia e preparare in casa la pasta anzichè acquistare quelle pronte del supermercato.
Oggi voglio svelarvi la ricetta della mia pasta per torte salate, croccante e saporita… ma leggera!  Mi piace giocare con le varie farine che ho in dispensa, a seconda dei ripieni si può utilizzare una farina al farro… al Kamut… miscelare quella di orzo e avena… e poi ancora, la farina di riso… quinoa… ne esistono tantissime!
Per la torta di oggi ho scelto i sapori rustici e marcati della farina di segale. Per il ripieno invece… quello che il banco al mercato offre in questi giorni di primavera.

Ingredienti (stampo di diametro 26)

Per la pasta:
60g di farina di segale scura
60g di farina integrale
60g di farina 00
un pizzico di lievito per salati
una macinata di pepe di Guinea
1 cucchiaio di olio
100ml di acqua tiepida

Per il ripieno:
200g di asparagi
200g di fagiolini
100g di agretti
200g di ricotta vaccina
origano fresco
semi misti (sesamo, papavero, girasole…)
Per preparare la pasta occorre mettersi al lavoro con un po’ di anticipo in quanto l’impasto deve riposare per circa 45 minuti. Miscelare le farine con il lievito, un pizzico di sale e il pepe macinato, fare la fontana e nella cavità che avrete formato versare un cucchiaio di olio EVO e 100ml di acqua tiepida. Impastare sino ad ottenere un impasto morbido (le farine non sono tutte uguali, è probabile che l’impasto richieda un goccio in più di acqua in base al livello di assorbimento, procedete aggiungendone poco per volta sino ad ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso). Avvolgete la pasta con un panno umido e lasciate riposare 45 minuti.
Nel frattempo prepariamo le verdure per il ripieno. Pulire le verdure e cuocerle al vapore sino a farle diventare tenere. Tagliare grossolanamente il tutto e ripassare in padella con un filo d’olio e uno spicchio di aglio. Salare e pepare a piacere. Lasciar intiepidire. Mescolare l’origano sminuzzato alla ricotta sino a ridurla in crema.
Prendere la pasta e dividerla in due pezzi, di cui uno leggermente più grande; stendeteli sottilmente e adagiate il tondo più grande in una tortiera di diametro 26 cm, rivestita di carta da forno . Spalmatevi al suo interno la crema di ricotta e disponetevi sopra la verdura, coprire con il secondo disco di pasta e sigillare i bordi. Spennellate la superficie della torta con un velo di olio e decorate con i semini.
Infornare a 190° per circa 30-40 minuti. Servire tiepida.
Colgo l’occasione per invitarvi a seguire la mia rubrica di cucina 
ospitata dalla rivista online Week Magazine
si tratta di una rivista nata da poco e che pian piano sta prendendo corpo 
con rubriche di attualità, cronaca e tempo libero. 
Qualche mese fa sono stata contattata e mi hanno offerto la possibilità 
di collaborare curando la rubrica intitolata “In cucina con Chiara“ 
con ricette dolci e salate che appariranno online ogni venerdì pomeriggio. 
comments powered by Disqus