Calendario dell’Avvento 2019

6 November, 2019

 

Anche quest’anno ho realizzato il Calendario dell’Avvento con largo anticipo, le prime bozze le ho fatte a Luglio per poi completarlo del tutto attorno ai primi di Ottobre, in questo modo tutto il materiale è pronto per essere caricato online adesso così che abbiate tutto il mese di Novembre per mettervi all’opera.

Lo scorso anno ho realizzato un calendario a buste, comodo sopratutto per chi prevede regalini giornalieri, quest’anno invece ho realizzato un calendario a finestrelle, ognuna di esse può contenere il classico cioccolatino/stickers o , come ho scelto di fare io, essere un semplice modo per fare il conto alla rovescia a Natale, senza per forza offrire regali. Dal primo Dicembre ospiteremo per la prima volta il nostro Elfo di Natale e ci penserà lui ad offrire ogni giorno una sorpresa a suon di marachelle ad Annika.

Sensibile al tema zero waste che nell’ultimo anno ha fatto da padrone nel lavoro sui social mio e di tante colleghe, ho realizzato il calendario con del materiale di riciclo: cartoni da imballaggio dei numerosi pacchi che arrivano da Amazon e venditori online e rotoli vuoti dello Scottex ( non amo utilizzare quelli della carta igenica per questioni relative all’igiene, sopratutto se il calendario deve contenere cibo).

Materiale occorrente:

  • Un pannello di supporto ( può essere anche il retro di una cornice, un pannellino di ocmpensato leggero, un foglio di polistirolo pressato reperibile nei negozi di bricolage o belle arti)
  • un foglio di carta da pacco
  • Scatole in cartone
  • Forbici, colla a caldo, taglierino, matita, pennarello nero e oro, righello
  • Rotoli di cartone dello Scottex
  • biadesivo

Per prima cosa rivestite il pannello di supporto con la carta da pacco, basterà fissarlo con il biadesivo.

Il tema del calendario son le casette, è un calendario strutturato su più livelli sovrapposti, può sembrare complicato ma se procedete partendo dall’alto con la prima fila di casette e man mano che scendete sovrapponete le file il gioco è già bello che fatto. Per aumentare il movimento non realizzate lo stesso numero di casette per ogni fila, ma andate in crescendo in modo che in cima vi sia una sola casetta e alla base tante casine, il risultato è molto più dinamico.
Ritagliate le sagome dai cartoni riciclati, dato che non verranno decorate cercate di utilizzare i lati con meno pieghe ed ammaccature in modo da garantire una resa estetica migliore. variate le altezze delle casette, alcune alte e strette, altre basse e larghe, con una o due falde spioventi ecc…

In questa fase di organizzazione dello spazio aiutatevi con dello scotch di carta, così da fissare i diversi livelli e non perdere le sovrapposizioni. In questo modo anche se doveste interrompere i lavori e mettere tutto in ordine non perderete il lavoro fatto, ricordatevi anche di scattare una fotografia col cellulare, sopratutto dopo aver ritagliato tutte le case e deciso la disposizione nel foglio, sarà utile come confronto per la fase di incollaggio.

Con una matita ed un righello iniziate a disegnare le finestrelle, fatene più di 24, quelle ufficiali del calendario è bene che siano più ampie nel caso doveste nascondere un piccolo regalo, quelle “in più” possono essere anche più piccole, con o senza ante, servono per movimentare ed alleggerire il risultato finale.
Con un pennarello nero colorate il vetro, servirà per staccare un po’ dal monocromatismo del pannello e per accentuare la profondità. Con un pennarello oro potete colorare qualche anta, non tutte altrimenti diventa monotono, solo qualche dettaglio oro qua e là.

Avete scattato una foto al vostro lavoro?
Si? Ok, allora possiamo andare avanti.

Una volta disegnate e ritagliate tutte le aperture possiamo dedicarci all’effetto 3D ottenuto applicando sul retro di ogni fila di casette un piccolo spessore ricavato semplicemente ritagliando un anello alto 6 mm dal rotolo dello scottex , io ho fatto ad occhio ma se non siete molto pratiche in queste operazioni aiutatevi con un righello: ritagliate 3 o 4 pezzi di rotolo alti 6 mm e, con la colla a caldo, incollateli sul retro della fila di casette che stanno alla base del vostro calendario, quelle saranno le più in rilievo. Incollate il rotolo solo sulle casette, non applicate ancora nulla alla base di supporto, sarà l’ultima operazione.

Ora è il turno della seconda fila di casette sempre partendo dal basso, questa volta l’anello di rotolo da ritagliare dovrà essere più basso, circa 4 mm, in questo modo inizierà l’effetto della prospettiva, come se questa fila di casette si trovasse più lontano rispetto alle precedenti. Incollate con la colla a caldo l’anello sul retro delle sagome e mettete da parte.

Per la terza fila di casette basterà ritagliare lo scottex a circa 2 mm di altezza, queste saranno le ultime casette in rilievo, le restanti file potranno essere  incollate semplicemente sovrapposte sul supporto.
Grazie alle fotografie scattate in precedenza ora potete incollare nell’esatta posizione tutte le file del paesino, usate sempre la colla a caldo.
Per concludere ho numerato ogni casella con delle stelline numerate acquistate lo scorso novembre da Lidl, sicuramente saranno in vendita anche quest’anno.

Il calendario è concluso, come già detto io lo userò semplicemente per il conto alla rovescia verso il Natale, cosa che già possibile fare a partire dai 3 anni. Per chi volesse le caselline possono racchiudere un piccolo pensierino, degli adesivi ( Lidl li propone verso novembre) o piccoli foglietti con pensieri o indizi su dove trovare un regalino.

comments powered by Disqus
Chiharubatolecrostate.com Copyright 2018 - Privacy Policy