Peg Dolls

14 June, 2019

 

Conoscete le Peg Dolls ?
Sono bamboline in legno dipinto, molto simili a pedine, possono essere semplicemente colorate con i colori dell’arcobaleno ( come quelle realizzate da Grapat) o anche più particolareggiate e su queste si apre veramente un mondo, sul mio profilo Pinterest trovate una cartella proprio dedicata a queste meravigliose creazioni ( qui )

Esistono Peg dolls etniche

Immagine presa da Pinterest

O ispirate ai colori

Immagine presa da Pinterest

Altre ispirate alle fiabe, come quelle realizzate da Veronica di The_childhood_shop che realizza tantissimi di questi giochi ispirati alla pedagogia steineriana (se siete interessati riceve ordinazioni tramite Direct ), qua sotto vedete alcuni esempi

 

Lo scorso anno ne ho realizzate anche io per Annika, ho acquistato le pedine in legno naturale e le ho colorate, in particolare giocando da almeno un anno con i giochi Grimm’s ho voluto ispirarmi proprio ai colori dell’arcobaleno e realizzare con essi dei piccoli gruppi familiari.
Le peg dolls, indipendentemente da cosa raffigurano, vengono utilizzate dai bambini per il così detto “gioco libero”, che per i più piccoli è semplice associazione cromatica mentre per i più grandi diviene un vero e proprio gioco in cui queste pedine diventano protagonisti di storie e giochi. Da piccola passavo ore sullo stendi biancheria di mia nonna giocando con le mollette da bucato, per me erano tanti soldatini da mettere in fila lungo il filo, altre volte atleti impegnati in gare di velocità lungo le file parallele dello stendino… ho ancora ben impresse nella mente quelle immagini, fotogrammi della mia infanzia, e le mollette non avevano nessuna fattezza umana, semplicemente la mia fantasia le trasformava.

Qua sotto vi mostro alcuni passaggi della realizzazione delle pegg dolls che sto preparando per Annika, queste sicuramente possono essere impegnative da realizzare, ma potete anche prendere il tutto sottoforma di gioco e far colorare ai bambini ( dai 3 anni in su) le pedine in legno. L’ideale, per i più piccoli, è quello di lavorare su singoli colori perchè per ovvi motivi tendono a mischiare tutti i colori tra loro ed ottenere l’immancabile marrone, man mano che l’età aumenta lasciate loro campo libero, è sorprendente quello che la fantasia riesce a creare!

Nel caso lavoriate con i bimbi non utilizzate gli acrilici ma semplici tempere ( non tanto per la tossicità, perchè anche gli acrilici sono sicuri, ma per il semplice fatto che sono indelebili sia dai mobili che dai tessuti, perciò occorre particolare cautela nell’usarli), in questo caso una vernice protettiva trasparente eviterà che i colori si danneggino, in caso di acrilico non serve.

Buon lavoro!

 

 

 

comments powered by Disqus
Chiharubatolecrostate.com Copyright 2018 - Privacy Policy