Barrette energetiche ai semi e bacche di Goji

15 July, 2013

Giornate scandite dal battito del metronomo, ore passate tra una sonata di Bach letta e riletta sino a quando le dita non ti si intorpidiscono sulle chiavi del flauto, altre rinchiusa tra i locali della scuola con un cd di Haendel a tutto volume preparando una Cheesecake vegana (al cioccolato) per un’amica/lettrice che arriva dritta dritta dall’Olanda.
E’ un’estate strana questa, per la prima volta ho deciso di passarla a casa, lontano dal chiasso del mare, qua tra le  quattro mura della mia cucina e tra le pareti di vetro del mio blog, quello spazio che mai come in questo momento sento come una vera e propria casa.

I corsi oramai stanno via via terminando, tante persone mi hanno salutata con un “Ci vediamo a Settembre” e questa è la mia più grande vittoria, l’aver avvicinato ed appassionato così tante persone, ragazze e sopratutto ragazzi: Mauro io ti cito sempre perchè sei la mia più grande soddisfazione (già te l’avevo detto!), vedere con quanta passione ed energia ti dedichi ai tuoi dolci, le foto che mi invii con le tue ultime crezioni… e poi ci sono le tante persone conosciute, persone che ogni mattina ti salutano taggandoti con un cuoricino su una foto di Instagram (Ilaria parlo di te,  la ragazza dei mille cuori! ^^), mai come quest’anno mi sento circondata di affetto ed amicizia, grazie!
E poi c’è il lato divertente di tutto questo, da mia mamma che si è lanciata sulla cucina etnica (anche se il suo primo riso basmati alla curcuma assomigliava più ad una versione indiana di una polenta…) a mio fratello che alle 2 del sabato notte si mette a rinfrescare la sua pasta madre… a mia zia che si è messa a sfornar grissini e se ne è trovata la cucina letteralmente invasa (zia dimezza le dosi!)… insomma qua stiamo diventando tutti pazzi ^^


Oggi… oggi vi regalo un’altra ricetta… e, questo ufficialmente è anche il mio primissimo “lancio” sul nuovo canale RCS LeiFoodie (ma vi siete registrati?? Che a Settembre ci saranno divertentissime iniziative per tutti gli utenti del canale… !!!); che poi il termine “lancio” un po’ mi ha mandato in crisi eh, perchè noi blogger parliamo di “post”, “postare”… il lancio evidentemente è più un gergo giornalistico e la sottoscritta al momento si è detta “Ma che devo lanciare??? Devo lanciare qualcuno…Andreeeaaa dalla regia mi dicono che devo lanciarti! ” ^^ poi ho capito… ehehe

Quindi, vi “lancio” subito una bella barretta energetica ai semi (e bacche di Goji che, personalmente, uso da anni ma a quanto pare stanno andando tanto di moda negli ultimi periodi!), una di quelle cosine da non ci vedo più dalla fame e che appena terminata fanno un po’ da pane elfico dandoti un’autonomia di 5-6 ore… insomma una robina leggera leggera eh!

Ingredienti (teglia 20×20, circa 12 barrette)

130g burro a cubetti
150g frutta secca (pinoli, mandorle a filetti, pistacchi…)
100g di semi misti (zucca, sesamo, girasole)
120g zucchero di canna
2 cucchiai di sciroppo d’acero (o agave)
50g di panna fresca
i semi di mezza bacca di vaniglia (io uso la Vaniglia Bourbon che mi faccio spedire dal Madagascar)
100g cocco rapè
60g di fiocchi multicereali (o fiocchi di avena, miraccomando si utilizzano quelli al naturale, tipo quelli da porridge, non i cornflakes)
un paio di manciate di bacche di Goji

Come prima cosa tostare la frutta secca (pinoli, mandorle…) in un pentolino, a secco, rimestando continuamente perchè… tra il tostato ed il bruciato la strada è breve!
Mettere da parte.
Preparare il mou: in una pentolina portare  a bollore il burro, lo zucchero e lo sciroppo d’acero, mescolando per 2-3 minuti da quando si formano le prime bollicine e mantenendo la fiamma dolce. A parte scaldare leggermente la panna e dopo i 2-3 minuti di cottura della miscela di burro agigungervi quest’ultima, unire la vaniglia e continuare la cottura mescolando per ancora un minuto.
Lasciar intiepidire.
Riscaldare il forno a 170°C ventilato, rivestire con carta da forno una teglia di diametro 20 x 20 cm.
In una grossa ciotola unire tutti gli ingredienti secchi (avena, cocco, semi, bacche…), quando il mou sarà intiepidito versarlo nella ciotola ed amalgamare per bene con un mestolo di legno o con le mani, in modo che tutti gli ingredienti si inumidiscano.
Versare tutto nello stampo e, con un cucchiaio, appiattite e compattate per bene il tutto, livellando bene la superficie.
Infornate per una quindicina di minuti, sino a quando il dolce inizierà a dorare.
Lasciate intiepidire e poi trasferite tutto in frigorifero per almeno 5 ore, in modo che abbia il tempo di solidificarsi.
Per facilitare il taglio, già dopo due ore potete iniziare ad incidere le linee di taglio che delineeranno le barrette.
Conservare in frigo per massimo 5 giorni.
Io mi sono trovata comoda avvolgendo ogni singola barretta in un pezzo di carta da forno, chiudendo e sigillando tutto con dello spago da cucina.

comments powered by Disqus