Buccellati al profumo di clementine

12 December, 2013

Tredici giorni a Natale.
Per Seregno le ore del tardo pomeriggio risplendono delle mille lucine che poco a poco si accendono per le vie, luccichii e sfavilii che si intravedono dalle tende tirate all’interno delle case, alberi di Natale e candele accese quando la sera poco a poco scende sui tetti e per le vie.
Frettolosi ed imbacuccati passanti percorrono di corsa le viette del centro  che profumano di caffè e di quel dolce biscottato che esce dalle sale da tè situate lungo le vie, in Corso Garibaldi il profumo di pane che sin dalle prime ore del mattino ti accoglie nella via viene poco a poco sostituito dal sapido aroma di focaccia calda appena sfornata dal nostro Enrico, panettiere storico, che va a mescolarsi e fondersi con l’aroma tostato del caffè della Torrefazione.
Adoro assaporare ogni singolo istante di questi giorni di attesa, mi nutro di ogni singola luce, profumo, suono che poco a poco mi accompagna verso il Natale, consapevole che poi tutto mi scivolerà tra le dita come un pugno di sabbia ed in men che non si dica mi troverò a riporre negli scatoloni impolverati i ricordi di questo Natale.

L’attesa del Natale, a casa mia, è sempre stata accompagnata da pile di libri e riviste sfogliate sul divano o sul tavolo della cucina alla ricerca del dolce per la Vigilia, l’arrosto per il pranzo e via dicendo.
Ho precisi e nitidi ricordi dei preparativi del giorno prima, quando ancora ero semplice spettatrice della magia che avveniva in cucina… pentoloni di besciamella, conchiglie e capesante a gratinare nel forno… quei “benedettissimi” triangolini di pancarrè tostati con il ricciolino di burro e la fettina di salmone che ti tiravi dietro fino al cenone del 31 ^^… (chi non è mai incappato nella tartina al salmone???).
Il buccellato è un tipico dolce del Sud Italia, preparato nel periodo invernale e natalizio, oggi riproposto con una variante alla clementina anzichè all’arancia ed in versione mignon… perfetto da impacchettare e mettere sotto l’albero!
Ingredienti (per una dozzina di pezzi)

125g farina 0
125g farina 00
100g zucchero di canna
8g lievito per dolci
8g bicarbonato
110g burro
80g latte

200g fichi secchi
40g noci
una clementina piccola
1 cucchiaino di miele
pizzico di noce moscata e un pizzico di cannella
confettini colorati.
Il giorno prima preparare la farcia mettendo i fichi secchi, le noci, il miele, le spezie e la clementina in un mizer, riducendo tutto in purea. Conservare in frigo.
Miscelare le farine con il lievito ed il bicarbonato, aggiungere lo zucchero e il burro freddo a fiocchi, lavorare unendo a poco a poco il latte sino ad ottenere una frolla compatta.
Far riposare in frigo coperto con pellicola per 2 ore.
Stendere la frolla in un rettangolo spesso mezzo cm e largo di 20cm, dividerlo in due strisce larghe 10 cm.
Con la farcia formare due salsicciotti di un paio di cm di spessore e lunghi quanto le vostre strisce di pasta, posizionarli nel centro di esse e richiudere la frolla sigillandola bene, in modo da racchiudere all’interno la farcia di fichi.
Avvolgere i filoncini in pellicola e far riposare 30min in frigo.
Preriscaldare il forno a 200°C e foderare due teglie.
Tagliare ogni filoncino di pasta in tocchetti di 5-6 cm di lunghezza, praticare dei tagli decorativi e disporre ben distanziati sulle teglie, in cottura si allargheranno un po’.
Decorare con confettini colorati ed infornare per circa 20 minuti, sino a doratura.
comments powered by Disqus