Budino di cioccolato e Amaretto

13 April, 2010

Fino ad un anno fa il budino non lo consideravo nemmeno come un dolce “vero”, sin da piccola era costituito dal preparato in polvere acquistato al supermercato, cucinato sempre senza pesare il latte col risultato di una pappetta molle molle color nocciola, quasi una cioccolata in tazza talmente era liquida, considerate poi che fino a un anno fa avevo una vera e propria fobia nel confronto di tutti i liquidi bianchi ( non potevo nemmeno guardare qualcuno bere il latte e la bottiglia stessa le rare volte che la toccavo la prendevo giusto tra due dita per avere il minimo contatto fisico… e tutto ciò causato dal fatto che a 5 anni ero stata male in auto dopo averlo bevuto a colazione), di conseguenza budini e cioccolate per me non esistevano a meno che fossero così dense da far stare il cucchiaino in piedi nella tazza ( come per dimenticarmi che in quella cioccolata ci fosse anche l’odiato liquido). Strana la vita eh? Nell’ultimo anno ho dovuto proprio abituarmi a bere liquidi bianchi, sono partita col latte di mandorla (chiudendo gli occhi per non vedere il colore!!!), poi con quello di riso, soja, infine il latte scremato diluito in acqua e piano piano sono arrivata al latte puro. Tutta questa “parentesona” per farvi capire il perchè il budino liquido che mia mamma ha sempre cucinato non rientrasse nei miei parametri di dessert… fino a che non sono incappata in alcuni blog in cui si presentava la ricetta vera, senza escamotage chimici, semplicemente latte, farina, burro, zucchero e, naturalmente, cacao!


Ingredienti per 4 coppette
500 g di latte intero
70g di zucchero
40g burro
50g farina
50g cacao amaro
30g di cioccolato fondente (ho usato l’uovo di Pasqua)
amaretti secchi per decorare
Per prima cosa scaldare a fuoco dolce il latte.
In una casseruola a fondo pesante sciogliere il burro e unirvi col setaccio tutta la farina, mescolare per bene in modo da ottenere una crema omogenea, togliere dal fuoco e unirvi poco alla volta il cacao e lo zucchero, alternando con il latte caldo versato un poco per volta. Continuare a mescolare con una frusta e portare nuovamente sul fuoco dolce. Continuando a mescolare portare a bollore e aggiungere il cioccolato a pezzi. Abbassare la fiamma e tenere sul fuoco giusto il tempo per permettere al cioccolato di sciogliersi. A questo punto per assicurarmi che non vi siano rimasti grumi io prendo lo sbattitore elettrico e, con velocità minima, do’ una veloce sbattuta al composto, bastano 5 secondi . Invasettare in ciotoline monoporzione o in un unico stampo.
Decorare con gli amaretti sbriciolati grossolanamente.
Potete sostituire gli amaretti con speculoos alla cannella, muesli, granella di nocciole, lamelle di mandorla, frutti di bosco, fragole… così come potete aromatizzare il budino con un cucchiaio di rum, Amaretto Disaronno, scorza di arancia, boccioli di rosa essiccata, peperoncino, cannella, noce moscata…


Blog di Cucina ha indetto la sua prima Raccolta intitolata “Ricicliamo le uova di Pasqua
Io partecipo con il mio budino di cioccolato all’Amaretto e con la Torta Fondente al Gianduia

comments powered by Disqus