Cialdine a cuore (ricetta base)

17 January, 2014

Le note di Malher a tutto volume mi tengono compagnia in questo pomeriggio di pioggia, le Challah con pasta madre in lievitazione e le candele profumate accese in casa, di tanto in tanto lo schermo del cellulare si illumina con un lieve DRIN, sono i ragazzi del corso di panificazione di domenica scorsa alle prese con i primi rinfreschi, i primi pani impastati con il loro”tesoro” che domenica hanno osservato crescere e prendere vita sotto le loro mani.
Mentre scrivo non posso non provare un brivido ascoltano la Sinfonia N.5, quanti anni saranno passati? Forse 20… ma ascoltandole percepisco ancora l’odore polveroso del palcoscenico, il freddo sulla pelle, percepisco ancora il tulle ed il raso delle scarpette, ai miei piedi ho ancora quelle punte di gesso e se guardo fisso dinanzi a me vedo il buio, il vuoto ed i muti bisbiglii di quel pubblico senza volto, accecata dalle luci di scena ed immersa in sogni di raso e tulle.
Avete mai respirato l’odore del teatro?
Parlo del teatro vuoto, quando ancora tutto è silenzio, quando l’aria vibra di attesa… odore di velluti, legno e gesso… scricchiolii e fasci di luce polverosa… è un luogo magico, luogo che per anni è stata la mia seconda casa, dapprima sul palcoscenico e poi dietro le quinte. 
Ed ancora oggi, passando accanto alle porte aperte del “dietro le quinte” posso ancora riconoscere quell’odore di mistero, di attesa e di magia che per anni mi ha fatto compagnia…
Le cialdine a cuore, non riesco proprio a dire di no alle “caccavelle” in cucina, e la piastra per i waffles alti… e ora la piastra per le cialdine croccanti a cuoricino… mi consola solo il fatto di averla trovata a Stoccarda a poco più di 10€… non potevo mica lasciarla lì, vi pare??!! Sia mai!!! Ohhh
Ingredienti 
(ricetta base, non troppo dolce, ideale per cialde farcite 
o con sciroppi di accompagnamento)
60g burro fuso e freddo
60g zucchero
1 uovo
125g farina
125g latte
pizzico di lievito per dolci
Con una frusta sbattere l’uovo con lo zucchero, unire a filo il latte, il burro fuso ed incorporare poco alla volta la farina.
Dovete ottenere una pastella senza grumi.
A seconda della vostra piastra seguite le istruzioni per il riscaldamento, una volta pronta versate un cucchiaio abbondante di pastella nel centro della piasta e chiudete il coperchio (non mettete troppa pasta perchè una volta richiusa la piastra il composto andrà a spargersi su tutta la superficie della cialdiera, le prime volte si sbaglia ma poi ci si fa’ l’occhio).
Mano a mano che le cialde vengono pronte ponetele a raffreddare su una gratella in modo che non diventino molli per l’umidità rilasciata.
Servire subito con zucchero a velo, frutta secca e sciroppo d’acero (o quello che preferite).
comments powered by Disqus