Corso di pasticceria Naturale ( e biscottini salati alla quinoa e semi)

30 October, 2013
Vegan New York Cheesecake al cioccolato

E anche Ottobre se ne va… 
Domenica dalle finestre della Scuola abbiamo assistito ad una pioggia dorata, centinaia di foglie gialle nel parco della scuola materna di fronte ai locali dove tengo i corsi hanno deciso di cadere,  contemporaneamente, danzando vorticosamente con quel vento tiepido ed odoroso di umido e terra bagnata…
Uno spettacolo che ha fatto fermare i nostri mestoli e le nostre mani infarinate… che ha fatto bloccare per strada i passanti imbacuccati che uscivano da Messa…
E ti rincuora sapere che c’è chi ancora si ferma ad osservare queste cose, che ancora gioisce dinanzi a scene come questa… e in cuor tuo sai che, probabilmente, in quell’istante non eri l’unica a desiderare ardentemente di tuffarti tra quelle foglie, lasciandoti dietro i tuoi anni e i tuoi pensieri…

Domenica si è tenuta l’edizione autunnale del corso di pasticceria vegana, uno dei corsi che più preferisco, adoro leggere lo stupore sui volti delle persone che assaggiano questi dolci, riuscire finalmente ad abbattere tutti i pregiudizi su questo tipo di cucina… la cheesecake al cioccolato, il castagnaccio, la cioccolata in tazza… Sia ai corsi che alle degustazioni che di tanto in tanto tengo per i negozi di Seregno, la curiosità e voglia di capire “come funziona” questo tipo di cucina è veramente tanta, e lascia ben sperare che finalmente ci si apra anche ai nuovi alimenti perchè non si vive solo di pasta,carne, pesce e pizza… ma c’è tanto altro da inserire nella nostra alimentazione oltre a questi cibi, senza esser “talebani” o puristi , ma semplicemente per scoprire anche nuovi sapori, nuove tecniche di cucina… sfruttare al 100% tutto ciò che la Natura ci mette dinanzi e che spesso abbiamo semplicemente paura di provare… proprio come alla degustazione sulla Quinoa tenuta venerdì in un negozio biologico di Seregno le persone presenti hanno scoperto il tofu, tanto temuto ma risultato delizioso nel ripieno dei panzerotti, assieme alla purea di zucca e rosmarino…

Sempre riguardo a questi “nuovi” alimenti, oggi vi regalo la ricetta dei biscottini da aperitivo con farina di quinoa che alcuni Seregnesi hanno avuto modo di assaggiare alla dimostrazione di cucina tenutasi al Bio&Co di via Wagner 26, e giacchè siamo nel discorso, vi invito anche alle prossime lezioni/degustazioni gratuite sui dolci natalizi vegani e senza glutine  che si terranno Lunedì 18 Novembre e Sabato 30 Novembre alle ore 10.30 (entrambe presso Bio&Co in via Wagner 26 a Seregno MB, non occorre prenotazione)

Preparazione della crostata frangipane alle pere e noci, con frolla all’olio

Cioccolata in tazza alla cannella e peperoncino

Cantucci vegani al cioccolato e noci
Castagnaccio
Torta di carote e mandorle vegana
Biscotti da aperitivo alla Quinoa e semi (con Hummus di ceci)

 Ingredienti

 100g farina integrale (o farina senza glutine in caso di intolleranze)

60g farina di quinoa
60g di semola di mais precotta (o di tipo fioretto)
1 pizzico di sale
1 cucchiaino da caffè di paprika dolce
40g olio extra vergine
50g latte di quinoa
1 uovo
Mezzo peperoncino rosso (facoltativo, sostituibile con peperoncino secco)
50g semi di zucca e girasole (è possibile unire anche dei pinoli)
In una ciotola capiente unire le farine, la semola, il sale e la paprika.
Fare la fontana e, nel centro, versarvi l’olio, il latte e l’uovo leggermente sbattuto.
Unire il peperoncino tagliato sottile e il mix di semi precedentemente tostato per un minuto in un padellino antiaderente.
Amalgamare il tutto sino a formare un composto omogeneo e modellare con esso un salsicciotto, avvolgetelo in pellicola per alimenti e riponetelo in frigorifero per almeno 1 ora.
Riscaldare il forno a 180°C.
Tagliare il composto a fette spesse 1 cm e disporle su una teglia rivestita con carta da forno
Infornare per circa 30-35 minuti, sino a doratura, una volta sfornati lasciarli raffreddare prima di toglierli dalla teglia, induriranno con il raffreddamento.

Perfetti da servire come aperitivo, magari accompagnato da Hummus di ceci

comments powered by Disqus