Crocchette di barbabietola e curcuma

1 December, 2014

DSC_9006

Freddo, buio e pioggia.
Guardo proprio ora il paesaggio dalle vetrate del mio studio, in un tardo pomeriggio che sa già di notte, la pioggia che ticchetta contro i vetri ed il silenzio interrotto solo dallo sfecciare delle automobili e dagli schizzi di pioggia sull’asfalto.
Arriva il tempo dell’attesa, la casa si riempie dell’odore polveroso delle scatole con gli addobbi appena recuperate dal solaio, il buio si tempesta di piccole lucine dorate, puntini nel buio del soggiorno.
Il fuoco del camino disegna ombre danzanti sulle pareti e l’aria profuma di legna e di fuliggine.
Amo il caldo che ti abbraccia quando entri nella cucina, il vapore che fuoriesce dalla pentola sul fornello, la lucina tenue del forno acceso…
Ma adoro anche camminare per le strade, osservare gli addetti comunali che sistemano le prime luminarie, sbirciare nei negozi le commesse che addobbano l’albero, scorgere i primi panettoni riposare a testa in giù nella panetteria del corso principale.
Tanti piccoli dettagli, i rami di abete accatastati accanto al botteghino del fioraio … la spolverata di cannella sul caffè macchiato della mattina … piccolezze che rendono magico questo periodo dell’anno.

 

DSC_9012

 

Tempo: 40 minuti
Difficoltà: facile
Senza glutine
Informazioni Nutrizionali _ per 1 persona ( 2 crocchette ) _ Calorie 120 _ Carboidrati 9 g _ Grassi 6,4 g _ Proteine 4,8 g

La curcuma fresca, una chicca scovata tra le ceste del mio fruttivendolo così come le barbabietole rosse crude, troppo spesso sostituite da quelle precotte conservate sottovuoto.
Queste crocchette nascono dalla voglia di giocare con i colori, sapori e consistenze: il dolce della barbabietola in contrappunto con l’amarognolo della panatura di semi di sesamo, la croccantezza delle mandorle tritate grossolanamente e la morbidezza che solo una crocchetta fatta di soli albumi può darci.
Il risultato è un ottimo contorno _ perchè fondamentalmente si tratta di sole verdure_ proteico _grazie alla presenza dell’albume_ e ricco di grassi buoni dati dalle mandorle.
Può essere un’alternativa alle solite pizzette e patatine per un’aperitivo, una merenda per i bambini (la barbabietola e la patata americana sono piacevolmente dolci) o un colorato antipasto in previsione delle prossime festività.
Potete tenere la ricetta come base e giocare con i colori sostituendo la barbabietola con la zucca per crocchette arancioni, solo patate per crocchette bianche (e magari semi di sesamo neri come panatura)… sostituire le mandorle con nocciole legegrmente tostate in forno o con anacardi, sbizzarrirvi con le spezie…

Ingredienti (per 8 crocchette = 4 porzioni)

220g barbabietola rossa cruda
100 g patata dolce (la batata)
60 g di albume (pari a 2 albumi)
50 g di mandorle con la pelle
2 cm circa  di radice di curcuma fresca (o 2 cucchiaini di quella in polvere)
1 cucchiaino di paprika affumicata
1 cucchiaino di aceto di mele
1 cucchiaino di salsa Worcester
1 cucchiaino di cipolla tritata (anche secca)
semi di sesamo per la panatura
sale qb

Pre-riscaldare il forno a 180° C
Sbucciare la patata dolce e cuocerla a vapore.
In un robot a lame inserire tutti gli ingredienti e la patata tiepida, azionare le lame sino ad ottenere un composto umido, le mandorle non devono ridursi in polvere ma rimanere a pezzettini.
Assaggiare e regolare di sale (e pepe se piace).
Dividere l’impasto in 8 palline e modellatele con le mani schiacciandole sino ad ottenere delle crocchette tonde e piatte (simili ad un cookies), passarle nei semi di sesamo disposti in un piattino e posizionarle su una teglia da forno rivestita.
Infornare a 180° C per circa 20-30 minuti, sino a quando al tatto risulteranno sode ed asciutte.

Si possono preparare in anticipo e conservare in frigo.

comments powered by Disqus