Fette biscottate e dolcetto di riso e cioccolato!

13 February, 2010
Già una volta ho provato a fare le Fette Biscottate in casa, ve le ricordate? Fette Biscottate alla zucca, con tutto il carico di retroscena della preparazione legati ad impasti che, durante la notte, hanno gironzolato sul pavimento di casa… pensate che quelle fette, realizzate con la lievitazione naturale, sono ancora nella biscottiera, perfettamente conservate da più di un mese! Anzi, si sono asciugate per bene e risultano ancora più friabili di quando le avevo fatte (in compenso tutta l’umidità se la sono cuccata le Fette del Mulino Bianco che erano presenti nella scatola assieme alle mie!).
Venerdì, dopo aver rinfrescato la Pasta Madre, ho deciso di rifare le fette per mia mamma, visto che in settimana ho prodotto 3 kg di marmellata (1,5 kg di arance e 1,5 kg di agrumi misti) e a colazione i miei genitori si contendono vasetti di confetture varie (arance, fichi -di questa estate- e crema di cioccolato fatta in casa), questa volta ho scelto degli ingredienti classici, niente zucche o spezie, ma semplicemente farina 00, olio EVO e un po’ di miele.
La particolarità, questa volta, si ritrova nel formato delle fette: ho utilizzato gli stampini dei mini Plum Cake, ottenendo delle fettine piccole piccole, vi basti sapere che la tazza della foto qua sotto è… una tazzina da caffè.



Ingredienti

270g farina 00
100g di pm rinfrescata
50 g latte
50 g di acqua
1 cucchiaio di miele millefiori
50g olio EVO (o di semi)
Con queste dosi ho riempito 6 stampini da Plum Cake (delle dimensioni delle merendine del Mulino B per intenderci).
Sciogliere la Pm nel latte tiepido, unire il miele e 50g di farina. Amalgamare bene e lasciar riposare 30 minuti coprendo la ciotola con un piatto. Aggiungere l’acqua, l’olio, la restante farina e un pizzico di sale. Impastare per dieci minuti e suddividere l’impasto negli stampi. Coprire con un canovaccio pulito e lasciar lievitare fino al raddoppio, 8-10 ore (io ho messo il vassoio con gli stampi vicino al camino acceso e la lievitazione è durata dalle 14 alle 23.30 di sera, quasi 10 ore). Terminata la lievitazione preriscaldare il forno a 180° C , spennellare con del latte ed infornare (con gli stampi piccoli la cottura è durata circa 30 minuti, controllare con lo stecchino la cottura).
Una volta cotti sfornare e attendere qualche minuto prima di estrarre il plum cake dagli stampi. Lasciar raffreddare tutta notte su una griglia per dolci.
La mattina dopo (è indispensabile che trascorrano almeno 10 ore prima di procedere con l’affettamento) ho tagliato il Cake in fettine di 3-4 mm e le ho messe a biscottare per circa 10-12 minuti nel forno caldo a 180 °C, rigirandole a metà biscottatura. Una volta seccate fatele raffreddare su una gratella e se sentite che sono ancora un po’ morbide (sopratutto nel centro) ponetele nel forno tiepido con lo sportello socchiuso in modo che perdano tutta l’umidità. Prima di riporle in una biscottiera lasciatele all’aria per qualche ora.

Utilizzando l’olio Extra Vergine di oliva il sapore acquisisce note ricche, a mio avviso l’ideale sarebbe un olio più neutro (o un olio di nocciole, noci o semi di zucca, da noi difficilmente se ne trovano, ma ho notato che nei paesi tedeschi ed austriaci sono oli che si trovano tranquillamente al Supermercato…al prossimo viaggio da quelle parti ne faccio scorta!)

Oltre a queste fette, ho anche realizzato dei dolci velocissimi e semplici semplici, a base di cioccolato e riso soffiato. Questi dolci ricordano molto i Nippon (quadrotti di riso soffiato e cioccolato che non mancavano mai a casa mia quando andavamo a scuola) e li ho preparati per Andrea. Ma voglio dedicare questa ricetta anche alla mia amica Tina che me l’ha chiesta un paio di giorni fa :o)

Ingredienti
350 g di cioccolato (nel mio caso fondente, ma potete usarlo al latte o bianco)
200g di riso soffiato (quello della Kellogs)
125 g (un tubetto) di latte condensato dolce
20 g di burro
In una pentola far scaldare il latte condensato e aggiungere il cioccolato tagliato a pezzetti. Mescolare con un mestolo di legno e aggiungervi il burro. Amalgamare sino ad ottenere una crema fluida e aggiungervi il riso soffiato poco per volta, sempre mescolando.
Una volta che tutto il riso è stato ricoperto di cioccolato, disporre tanti mucchietti del composto ottenuto su una teglia foderata di carta da forno. Porre in frigo a raffreddare (o sul balcone visto le temperature), passate 4 – 5 ore potete riporre i dolcetti in una scatola di latta o un sacchetto per alimenti. In questo periodo si conservano a temperatura ambiente, con i primi caldi è megli tenerli in frigo.

Varianti: potete aggiungere della frutta secca a pezzettini; una volta raffreddati potete passare i dolci in una ciotola con del cacao in modo da ricoprirli interamente.
Volete dei dolcetti più cioccolatosi? Una volta freddi immergeteli in cioccolato fuso e rimetteteli a raffreddare!
Potete sostituire il riso soffiato con dei cereali da colazione.
comments powered by Disqus