Gelato alla vaniglia del Madagascar, con Waffles

8 May, 2010

Eccomi qua con il già annunciato gelato, una delle cose che più mi piace fare è proporre una merenda o aperitivo o dopocena (oltre che pranzi e cene) a tema, in cui tutto sia interamente fatto da me. Ok, è semplicemente voglia di complicarsi la vita lo ammetto, coni e cialde li compri tranquillamente al supermercato o in gelateria, ma la piastra dei Waffle c’era, la gelatiera (coi punti dell’Esselunga) anche… vuoi che non mi metto a fare gelato e Waffles homemade?

La scelta del gusto è stata quasi scontata grazie all’acquisto fatto poco dopo Natale di una caterva di bacche di Vaniglia direttamente dal Madagascar, una cosa allucinante se paragonate a quelle che si trovano al super, di conseguenza gelato vaniglioso e puntinato di semini neri su Waffle tiepidino!

Per comodità, essendo anche alle prime armi con la cialdiera, ho voluto preparare i waffles il giorno prima, in modo da “tutelarmi” nel caso non fossero venuti ed evitare di farmi trovare dai miei amici coperta di pastella dalla testa ai piedi (per fortuna è filato tutto liscio!), appena sfornati erano perfetti, crosticina croccante ed interno morbidoso come quelli che ho provato a Natale a Vienna, ovviamente oggi sono un po’ umidini e la crosticina è un lontano ricordo, ma per essere semplicemente un accompagnamento al gelato credo vada più che bene, nel caso vogliate mangiarveli così come sono vi suggerisco di prepararli al momento.
Ma torniamo a noi, la ricetta dei Waffles ve l’ho già data, ecco quella del gelato!
Ingredienti (per circa 8 palline di gelato)
350ml di latte fresco
150g di panna fresca
150g di zucchero
100g di tuorlo d’uovo
1 stecca di vaniglia

Per prima cosa incidere per il lungo la vaniglia e raschiatene l’interno con una lama di coltello per ricavarne la pasta nera che altro non sono che i puntini che vedrete nel gelato.
Mescolate questa pasta al latte, unitevi la panna e la stecca aperta e ponete tutto sul fuoco mescolando fino a bollore.
Nel frattempo, con una frusta elettrica, lavorate i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema omogenea (bastano un paio di minuti). Appena il latte e la panna raggiungono il bollore versateli sulle uova, mescolando per bene in modo da non formare grumi. Rimettete il nuovo composto nella pentola e ponete sul fuoco dolce. Se avete un termometro da cucina aspettate che il liquido raggiunga gli 82° C, io mi sono regolata ad occhio, non appena la superficie della crema ha iniziato a fremere ho spento, naturalmente dovete mescolare di tanto in tanto. Una volta raggiunta la temperatura togliete dal fuoco e fate raffreddare completamente la miscela, io dovendo servire il gelato alla sera ho preparato tutto questo di pomeriggio, ho messo il composto in una bottiglia di vetro (quelle del latte) fino a quando si è intiepidito e poi ho riposto tutto in frigorifero.
Preparare il gelato secondo le istruzioni della vostra gelatiera.


Ritornando al discorso Waffle, per contrastare col freddo del gelato ho posto le cialde in forno scaldato a 60°C per una decina di minuti, ho notato che da morbide (le avevo preparate il giorno prima e si erano un po’ ammorbidite nel frattempo) sono ritornate fragranti e croccanti in superficie, le ho servite tiepide con una pallina di gelato e noci come guarnizione!

comments powered by Disqus