Granola alla zucca _ Pumpkin Granola_

28 January, 2015

 

DSC_9276

 La zucca mi riporta direttamente nella cucina calda e densa di vapore della mia nonna materna.
Credo di aver passato da lei centinaia di giorni, seduta sulla poltrona di vimini accanto al calorifero ed avvolta nel suo scialle traforato marrone, se ci ripenso posso ancora sentirne l’odore di lacca per capelli… I vetri densi del vapore per il calore della cucina e delle pentole che verso il tardo pomeriggio metteva sul fuoco, dentro la luce e lo schermo della tv con i numerosi episodi di telefilm polizieschi che si susseguivano nelle ore del tardo pomeriggio, il fruscio delle pagine della Settimana Enigmistica che spesso sfogliava e fuori il buio, spesso l’acqua della pioggia e nei giorni più belli la neve che si posava sul pavimento del terrazzo puntinato dalle briciole di pane che tutte le mattine lasciava per il pettirosso.

Il risotto alla zucca era uno dei miei piatti preferiti e che tutt’ora riporta me e mia mamma a quei giorni, in quella cucina e che, ovviamente, nessuna mai è riuscita a replicare tale e quale…

Ho riscoperto questo ortaggio molti molti anni dopo, scomparsa la nonna non era più entrato nella mia cucina e spesso lo ricollegavo solo al suo risotto. Con il tempo ho scoperto la potenzialità della zucca, la sua polpa dolce e cremosa perfetta nei dolci o per addensare le vellutate, o semplicemente da mangiare arrostita al forno, su una griglia o al vapore.

 

DSC_9256

 

Il termine granola a noi italiani dice ben poco, siamo abituati a vedere questi cereali croccanti nelle scatole dei supermercati con il nome di Muesli, ma tra le due cose c’è una sostanziale differenza:
_ Il muesli è il mix crudo di fiocchi di cereali con l’aggiunta di frutta secca, disidratata… ottima base per l’overnight oatmeal, lo trovate anche già pronto ma si può tranquillamente comporre al momento con quello che si ha in casa (frutta secca, uvette, scaglie di cocco ecc).
_ La granola è il muesli precedente ma con l’aggiunta di sciroppo d’acero/miele che, una volta tostati in forno, diviene croccante e perfetto da mangiare anche a cucchiaiate o come guarnizione a macedonie, gelati e yogurt. In questo blog nella sezione cereali troverete diverse tipologie di granola, ma oggi ve ne propongo una diversa, più preziosa perchè oltre ai benefici dei fiocchi integrali contiene anche la purea di zucca che con la sua naturale dolcezza ci permette di usare ancor meno dolcificante (in questo caso sciroppo d’acero ma potete usare anche del miele). Nessuno vi vieta di utilizzare in sostituzione una purea di mela o di Batata (la patata dolce con la polpa arancio).

Prima di passare alla ricetta vorrei spendere due parole sull’avena, spesso nel blog vi ho parlato dei benefici dei semi oleosi, della chia… ma credo di non essermi mai soffermata su questo cereale di cui faccio largamente uso.
Fino a non molti anni fa questo cereale era destinato più che altro all’alimentazione degli animali, ma grazie al cielo poco a poco è stato rivalutato grazie alle sue straordinarie proprietà nutrizionali.
Prima di tutto l’avena è una fonte di carboidrati a lenta digestione, ossia non provoca picchi di glicemia e ci fornisce energia a lungo termine (quindi la sazietà perdura per più ore).
Il Consorzio Marche Biologiche ha comunicato che l’avena non contaminata da altri cereali ha tossicità pressochè nulla per i celiaci (ovviamente ciascuno prenda le dovute precauzioni e ne parli con il proprio medico), ma può dare problemi a chi soffre di allergia al nichel.
Per chi invece non avesse nessun problema di celiachia e allergie diviene un ottimo alimento da inserire a colazione per variare la propria alimentazione e mettere a riposo il nostro organismo dall’overdose di glutine a cui lo sottoponiamo giornalmente ( una colazione con avena _ sottoforma di overnight o porridge o muesli _ un risotto a pranzo, patate alla sera e avete praticamente fatto un’intera giornata gluten free. Io cerco di farlo almeno 3 volte alla settimana ).
Tra le tante proprietà di questo cereale credo sia doveroso puntare l’attenzione sulla grossa quantità di fibre presenti che rendono l’avena facilmente digeribile e un valido aiuto per le funzioni intestinali, sul suo potere antinfiammatorio grazie alla presenza di particolari composti fenolici azotati, che prendono il nome di avenantramidi, inoltre è il cereale più ricco di proteine (12,6-14,9%) e di acidi grassi essenziali, come l’acido linoleico. Il suo contenuto di fibre solubili è importante per placare l’appetito e normalizzare il peso corporeo.
La farina d’avena è un alimento nutritivo e rinforzante, che viene consigliato ai bambini e ai convalescenti.
Infine è da ricordare che l’avena contiene silice, un diuretico naturale.

DSC_9261

 

Tempo: 40 minuti
Difficoltà: facile
Senza glutine ( utilizzate avena certificata) _ Senza Lattosio_ Vegan
Informazioni Nutrizionali _ 1 porzione  50g  _ Calorie  270  _ Carboidrati   26,2 g _ Grassi  14,5 g _ Proteine 9,3  g

Ingredienti (per 5 porzioni )

150 g di fiocchi d’avena integrale
80 g di mandorle crude
20 g di semi di zucca
60 g di purea di zucca *
35 ml di sciroppo d’acero
1 cucchiaino abbondante di cannella
un pizzico di sale
15 ml di olio di girasole

* ottenuta cuocendo 60 g di zucca in un pentolino con un filo d’acqua. Coprite con un coperchio e fatela ammorbidire a fiamma dolce sino a che potrete schiacciarla con una forchetta.

Preriscaldare il forno a 180°C statico.
In una capiente ciotola miscelate l’ avena con la frutta secca e la cannella.
In una casseruola unite la purea di zucca con l’olio, il sale e lo sciroppo d’acero, mescolare scaldando quanto basta per ottenere un composto liquido. Versare il tutto sugli ingredienti secchi ed amalgamare con un cucchiaio fino a quando tutti i fiocchi saranno umidi.
Rivestite una teglia con carta da forno e rovescia il composto, livellatelo con un cucchiaio ed infornate.
A metà cottura date una mescolata alla granola in modo che si tosti in modo uniforme.
Una volta fredda conservatela in un vaso di vetro.

Aggiungete la granola allo yogurt o al latte per avere una prima colazione bilanciata, oppure usatela per decorare un gelato in modo da avere una nota croccante, o una macedonia di frutta fresca.
A vostro piacere potete aggiungere alla granola frutta essiccata come cranberry ed uvette, abbiate però l’accortezza di farlo una volta estratta dal forno perchè in cottura diverrebbero duri come sassi.

comments powered by Disqus