Insalata di tacchino con fichi, pere e noci

5 July, 2011
Tornata dalla mia piccola parentesi marina.
Giornate passate a trafficare più che a riposare, avere due case al mare di cui una da affittare tutto l’anno comporta una serie di “doveri” tra cui fare inventario di tutti i piatti, piattini, bicchieri, posate (sembra assurdo, ma non c’è inquilino che non si porti via qualche ricordino, nel giro di un anno sono spariti tutti i barattoli porta zucchero, pasta, caffè…), controllare i mazzi di chiavi (avrò speso qualcosa come 40 euro di chiavi in un botto solo per rifare tutte quelle smarrite ), pulire la casa (in teoria dovrebbero lasciartela pulita… ma evidentemente il mio concetto di pulizia differisce da quello del resto del mondo… anche se credo dia fastidio a chiunque ritrovarsi roba dimenticata nel frigorifero o un lavello che da acciaio lucido sembri satinato _._  ).
Inquilini a parte, durante le mie luuuunghe notti (nel frattempo il Cortisone ha iniziate a dare uno degli effetti più fastidiosi I N S O N N I A che, per una che già di suo non dorme più di 5-6 ore a notte ora si traduce in 3-4 ore di sonno e stop, sveglia come un grillo… le mie giornate ora iniziano attorno alle 4 del mattino, sarò proprio fresca come un fiore il giorno del mio matrimonio! ^^) , dicevo, nelle mie lunghe notti ho scoperto Pinterest, un sito/agenda online piena zeppa di immagini e foto stupende , spiegarvi tutto nel dettaglio mi è quasi impossibile, fate prima a farvi un giro qui ^^… mille idee per la casa, spunti per decorazioni, per la cucina (intesa sia come luogo fisico che come atto culinario)… foto meravigliose di foodblogger da tutto il mondo che mi hanno fatto capire quanto io sia capra con la macchina fotografica in confronto eheheh, è inutile, mi ci devo mettere d’impegno come dice sempre il mio quasi-marito, non conosco nulla di nulla di questo aggeggio con cui, nonostante tutto, scatto le foto che vedete in questo blog, ho semplicemente “gusto compositivo”, grazie al cielo perchè se mancasse anche quello dopo una vita intera passata a studiare arte e disegno sarei messa proprio male! La post produzione poi, Picasa (ebbene sì, non so usare altro) ha dei limiti, giusto oggi ho iniziato a smanettare su Photoshop con mio fratello (il mio Guru informatico, crea siti web ^^  un po’ di pubblicità pure a lui, suvvia! ) e prossimamente posterò un bento un po’ ritoccato, mi ci devo mettere d’impegno, non c’è altro.
I lavori in casa invece proseguono, questa settimana l’elettricista dovrebbe finire il suo lavoro, gli operai inizieranno a fare il carton gesso attorno al camino e ai tubi che da esso si irradiano nelle stanze per riscaldare e settimana prossima rilamatura del palquet; questa mattina ho continuato il mio progetto sull’ingresso, vi avevo anticipato una parete “effetto metallico” su cui andrò a decorare, questa mattina ho completato anche la parete dirimpettaia di un bel tono neutro (un platino metallizzato) con cui ho dipinto anche tutta la controsoffittatura (dall’alto del mio metro e cinquanta ora dipingo anche i soffitti eheheh!).
I mobili sono oramai tutti alla casa base, ossia nel negozio di arredamento dei miei… che sta esattamente sotto al mio appartamento, quindi si presume che non ci voglia poi tanto a portarli al piano di sopra e montare ehehe, dai che ce la facciamo!
Cosa manca poi? Assì… giusto una trentina di scatoloni contenenti tutto quello che una foodblogger in procinto di sposarsi può collezionare nel giro di due anni, ciotoline, mini zuppiere monoporzione, stampi, teglie, cialdiere… da trasportare (rigorosamente senza ascensore) per le quattro rampe di scale che portano al nostro “nido”, e considerato che ho un quasi marito mezzo scassato (incidente sciando questo inverno, quindi niente sforzi alla schiena) prevedo del sano sollevamento pesi, altro che la palestra!
La restante cinquantina di scatoloni, invece, racchiudono tutto ciò che una mamma può mettere da parte per una figlia che prima o poi si sposerà (ha iniziato con le tovaglie quando avevo 13 anni!), all’elenco aggiornato a circa 6 mesi fa risulterebbero qualcosa come una dozzina di set di asciugamani (ovviamente, di colori abbinati alle piastrelle dei bagni in tutte le varie declinazioni di tonalità, in modo da essere tatticamente interscambiati tra loro ed avere set sempre in ordine ^^ ), una quarantina di tovaglie (e meno male che mi piace organizzar cene), uno sproposito di grembiuli e grembiulini (quelli dovrò iniziare ad utilizzarli, me ne ricordo sempre quando oramai sono bella che imbiancata di farina), poi lenzuola, coperte, copriletti… credo che la parte più divertente sarà proprio metter via le cose e ricordarsi poi dove le hai collocate, ma a questo penserà il mio Ingegnere, si inventerà di sicuro qualche diavoleria informatica per tener sotto controllo la situazione ^^
Bene, dopo avervi tediato con tutto ciò, sollazzatevi con qualche foto scattata al mare (Spotorno e Noli) e cuccatevi una ricettina fresca ed estiva, un’insalata di tacchino e frutta fatta con dei fichi freschi che mi sono stati regalati dalla vicina di casa (la stessa a cui io regalo i biscotti alla lavanda che preparo ogni estate al mare).

Ingredienti (per 2)
Radicchio rosso
5-6 fichi maturi
una manciata di noci
grana in scaglie
2 pere piccole e sode (io ho utilizzato delle perine verdi che arrivano dalle campagne dell’entroterra ligure)
100g di petto di tacchino arrosto (simile a dell’affettato)
succo di limone, olio e sale per la vinagrette
Lavare ed asciugare l’insalata, tagliarla a pezzetti di dimensione media e tenerne da parte alcune foglie intere per la composizione del piatto.
Lavare la frutta, tagliare sia i fichi che le pere in fettine sottili e spruzzarle con del succo di limone.
Preparare la vinagrette emulsionando olio, succo di limone e sale e condirvi le foglie di radicchio precedentemente tagliate, Disporre nel piatto individuale (o nell’insalatiera) le foglie intere tenute da parte, in modo da ricoprire il fondo del piatto. Versarvi sopra l’insalata condita e disporre le fettine di frutta qua e là tra il radicchio. Adagiarvi le fette di tacchino e completare con scaglie di grana e noci.
Servire subito.
comments powered by Disqus