La torta di mele di Rossana

14 November, 2012

Guardo il calendario e quasi non mi sembra vero, manca così poco alle magiche settimane in cui tutto risplende delle luci del Natale, tra non molto salirò in soffitta e aprirò quegli scatoloni chiusi da quasi un anno… bramo al pensiero di sentire quell’odore di polvere e muschio che tanto mi lega ai ricordi del passato, ghirlande di agrifoglio oramai secco che si disferà tra le mie dita e che presto sarà sostituito da quello fresco ed aromatico raccolto nel giardino di mia mamma.
Al lampadario già sono appesi i biscotti di pandizenzero che infondono un profumo speziato in tutta la casa, sulla mensola la Gingerbread House preparata con le ragazze del corso di domenica e in cucina l’aroma di agrume dei mandarini posti nella cesta in mezzo al tavolo.
Per le vie di Seregno le luminarie sono già state posizionate, i panettieri espongono in vetrina i primi panettoni della stagione ed il pensiero che tra qualche settimana la mia casa sarà invasa dai miei in cottura nel forno mi fa sentire le farfalle nello stomaco ^^
Sulla scrivania nella mia stanza lilla in fondo al corridoio ci sono fogli ovunque, i ricettari per i programmi dei corsi di Gennaio, gli appunti personali per il pranzo di Natale… le prime prove ed esperimenti stanno già avvenendo ora, nel congelatore un filetto di salmone si sta surgelando per poi essere marinato con sale e vaniglia in previsione di un ipotetico antipasto (sempre meglio surgelare il pesce se si ha intenzione di consumarlo crudo o marinato!), nella credenza un pandolce genovese è in lievitazione.
Parallelamente a tutto questo i preparativi per la Scuola vanno avanti, entro fine settimana decorerò e dipingerò  le pareti… ho in mente uno stampo un po’ retrò per i locali… adoro le atmosfere delle vecchie caramellerie con i vasi di vetro pieni di  zuccherini in bella vista, pentole e tegami appesi pronti all’uso… tende velate e drappeggi…
In attesa di tutto questo vi regalo una ricetta che, a sua volta, era stata regalata a me.
Una torta di mele, da offrire durante un tè e uno scambio di auguri magari…
Chissà quante torte di mele avrete sfornato e chissà quante altre ricette (magari migliori di questa) conoscerete…
Ma questa non è una torta qualsiasi, per me è una torta speciale, legata ad un ricordo dolcissimo del Natale 2008…
Mi ero appena laureata in Accademia – ricordo la neve (erano i primi di Dicembre) che cadeva copiosamente dal cielo-  gli ultimi giorni li avevo passati sommersa nel magico mondo di Lewis Carroll tra Alice, Cappellaio e Gatto del Cheshire… la mia tesi… il Natale era alle porte ma sino al momento in cui non uscii per l’ultima volta dall’Accademia con alle spalle la commissione e i cinque anni passati lì non me ne rendevo ancora conto.
Poi magicamente… neve, freddo… Natale e Rossana con la sua torta di mele.
Rossana è una signora dolcissima, una nonna, conosciuta durante i corsi di acquagym in piscina, una signora che oramai supera largamente i 70 anni ma nonostante questo è sempre in giro per il mondo: non la vedi per due mesi… è negli USA con il marito… sparisce per due settimane… è a fare il cammino di Santiago . 
Il sabato sera? Cineforum e risottata a mezzanotte con gli amici… sì perchè Rossana ama tantissimo cucinare, durante le lezioni in vasca è un continuo snocciolare ricette su ricette…ah, Rossana è nipote… dell’Artrusi ^^, questo mi è stato confidato il giorno in cui è arrivata con questa torta, per festeggiare la mia laurea, assieme ad un quadernetto scritto di pugno dal cuoco in persona.

Ingredienti (teglia da 25 cm )

125g farina 00
100g di burro a temperatura ambiente e lavorato a crema
100g di zucchero
2 uova
mezza bustina di lievito per dolci
un paio di mele sbucciate e tagliate a spicchi grossi

Lavorare a crema il burro con lo zucchero. 
Unirvi un uovo per volta, facendoli assorbire per bene nel composto. 
Poco a poco unire la farina setacciata con il lievito, a cucchiaiate, aggiungendo un goccio di latte se il composto risultasse troppo duro.
Versare in una tortiera imburrata e disporre in maniera concentrica le mele, affondandole nella pasta.
Cuocere in forno già caldo a 180° per 40 minuti circa, verificarne la cottura con uno stecchino.
Volendo potete aggiungere della scorza di limone… o della vaniglia… la signora Rossana non mette nient’altro però, d’altronde si sa’, la cucina delle nonne è semplice e senza troppi fronzoli ^^

comments powered by Disqus