L’America è sempre più dolce!

4 March, 2013
Tra i momenti che preferisco nel week end c’è il sabato sera, quando dopo aver concluso la prima parte dei corsi mi ritrovo sola nel silenzio della cucina… dopo ore chiassose passate tra mestoli e setacci mi chiudo alle spalle la porta della scuola portando con me una folata di vaniglia e biscotto, cammino in una Seregno fredda nelle prime luci della sera, il profumo di dolce mi accompagna per le strade del centro storico passando di fronte alle vetrine illuminate, mi fermo al negozio della mia fruttivendola, ritiro le foglie di menta o i limoni per completare i dolci dell’indomani, faccio un cenno a Cesare dietro il bancone della sua macelleria… dò un’occhiata veloce alla vetrina della Mondadori e di corsa a casa… magari con una cheesecake ancora bollente tra le mani o la pastasfoglia appena fatta ben incartata su di un vassoio.
E mi gusto quei momenti, quei minuti sola con me stessa e con i miei passi che risuonano nella via, prima di ributtarmi nella mia cucina di casa per preparare la cena, prima del solito tran tran tv-tg-tv che caratterizza tutte le mie serate… io, la torta tra le mani e la Reflex a tracolla… indivisibili compagni di viaggio.

Anche questa terza replica di Dolci Americani è andata, uno dei corsi che più preferisco e che ritornerà a partire da Settembre con nuove ricette inedite, così come alcune novità sono già state introdotte nel corso appena concluso. Non mi piace ripetere sempre le stesse cose, cerco di introdurre sempre un nuovo elemento ogni volta che replico un corso e questa volta sac a poche alla mano abbiamo fatto gli Oreo Cupcakes (un classico) e una versione nuova di carrot cake decorata con nocciole caramellate e caramello, e poi la variante al limone e semi di papavero dei muffins… l’intramontabile cheesecake, brownies, cookies, Angel cake…

E anche questa volta qualcuno ha avuto problemi nel ritagliare il “cerchio” di carta da forno per foderare la teglia!

comments powered by Disqus