Lasagne (vegane)

16 October, 2014

 

DSC_5158

Le prime piogge copiose, il cielo del mattino che diventa sempre più nero e i lampioni che si riaccendono nonostante la campana della Torre del Barbarossa batta già la tarda ora del mattino.

Passanti frettolosi che corrono rifugiandosi sotto i portoni, ombrelli colorati che spuntano lungo i marciapiedi e le nuvole che corrono sempre più veloci trasportate dal vento.

Seduta al solito Caffè tra le storiche vie del centro guardo il display del cellulare che si illumina, sorrido nel leggere i “buongiorno” che su Instagram mi giungono da tutta Italia, foto di tazze fumanti di tè e fragranti muffin.

Le giornate volano… fogli di calendario che si staccano come le foglie che dagli alberi si adagiano lentamente al suolo in un dorato tappeto, il profumo dolce degli alberi di Osmanto ha lasciato il posto a quello caldo della legna bruciata .

Autunno.

Per il ragù 

3 carote
1 costa di sedano
1 cipolla
Olio e aromi
1 bicchiere di vino
Chiodi di garofano
100g fiocchi di soia
500g di pomodoro in scatola (pezzettoni)
Sale qb

Per la pasta

300g di farina di kamut (o altra farina integrale)
100g di acqua circa
Curcuma mezzo cucchiaino

Per la besciamella

500-600 g di latte di soia o (non dolcificato)
30 g di farina di riso
30 g di olio EVO
qb di sale e noce moscata

Per completare

Lievito alimentare ( insaporitore vegetale simile al grana, in vendita nei negozi bio)
pangrattato

Preparare il ragù facendo rosolare le carote, cipolla e sedano in due cucchiai di olio, aggiungere la soia precedentemente bollita per 10 minuti in brodo vegetale e ben strizzata.
Rosolare per qualche minuto, sfumare con il vino, unire il pomodoro, aromi e spezie.
Regolare di sale e far cuocere a fiamma dolce per circa un’ora o sino a che il pomodoro si sarà ristretto (come per un normale ragù).

Preparare un impasto di acqua e farina, lavorare sino ad ottenere un panetto morbido ma non appiccicoso.
Avvolgere nella pellicola e far riposare sulla spianatoia per 20 minuti.
Tirare una sfoglia sottile e tagliare la pasta del formato desiderato.

Fare un roux a freddo mescolando la farina di riso e l’olio in una pentola.
A parte scaldare il latte.
unire poco a poco il latte al roux cuocendo su fiamma moderata e mescolando sino ad addensamento, regolare con sale e noce moscata.

Oliare una teglia rettangolare.
Disporre uno strato di pasta (essendo fresca non occorre sbollentarla, nel caso utilizziate sfoglie di lasagne secche o fatte in casa e succesisvamente surgelate occorre sbollentarle per un minuto in acqua bollente con l’aggiunta di un cucchiaio di olio), disporvi sopra abbondante ragù e uno strato di besciamella, spolverare con il lievito alimentare e procedere con un secondo strato di pasta. Continuare a comporre le lasagne ( in genere le realizzo a 3 strati) e completare con una strato di ragù misto a besciamella, spolverare con una manciata di pangrattato e concludere con un giro di olio EVO.

Coprire la teglia con un foglio di carta argentata ed infornare a 190° C per circa 40-45 minuti, togliere la stagnola e far gratinare per una decina di minuti.

comments powered by Disqus