Meringhette al cocco… senza uova

31 May, 2013

Le Sonate di Bach a tutto volume e la pioggia che batte contro i vetri… Approfitto dei brevi squarci di sole e Primavera per buttarmi tra le vie di Seregno in bicicletta o di corsa al parco respirando a pieni polmoni il profumo dei fiori di Sambuco e passando le mani tra le fronde dei salici umidi di pioggia…
Tutto è verde, l’aria pulita… la pioggia ci fa bene, fa bene alla terra, agli alberi, ai fiori… la Natura esplode attorno a noi con i fiori più belli…ma in quanti ce ne accorgiamo?

Avete letto bene, meringhe senza uovo… o meglio, con il “finto uovo”.
Qualche giorno fa la proprietaria del negozio Bio&Co presso il quale terrò una mini lezione gratuita di pasticceria vegan e gluten-free il 22 Giugno (info qui) mi ha telefonato dicendomi che a breve avrebbe tenuto in negozio i semi di Chia, semi di cui raramente ho parlato nel blog perchè li avevo comprati negli USA durante il viaggio di nozze ed in Italia non si trovavano. 
A quanto pare arrivano anche da noi e, giustamente, la proprietaria mi chiedeva se sapessi il loro utilizzo, lei consigliava di metterli nelle minestre… Ok, va bene che le minestre fan bene, ma se la quinoa la si mette nelle minestre… il bulgur anche…i semi pure… insomma come si fa a promuovere la cucina “salutare” se la si riduce ad una serie di zuppotti??? Eheheh
I semi di chia hanno la facoltà di formare un gel nel liquido in cui vengono inseriti, si possono così creare creme, pudding (pudding al cioccolato o alla frutta, budini di latte di mandorla… semplicemente mettendo un paio di cucchiai di semi in un liquido qualsiasi e attendendo qualche minuto). Anche i semi di lino hanno questa proprietà, ma in misura ridotta.
Il finto uovo altro non è che il prodotto di 2 cucchiai di questi semi in 3-4 cucchiai di acqua, tempo 5 minuti ed otterrete un gel con la proprietà di legante nella torta, proprio la funzione che ha l’uovo negli impasti.
Io mi regolo così: 
2 T di semi di chia + 3 T di acqua = 1 uovo
Ovviamente l’uovo potete sostituirlo anche con puree di frutta (mela, pera, fragole) o verdura (carota, zucca), oppure panna vegetale, yogurt…. tutti ingredienti con la capacità di legare gli impasti.
Queste “finte meringhe” le ho preparate con il cocco rapè, avevo finito la polvere di cocco che a mio avviso risulta migliore in quanto molto più fine, la si trova nei negozi di alimentari etnici (si usa tanto nei dolci indiani).
Le ho chiamate meringhe perchè una volta fredde il risultato è di un pasticcino leggerissimo e friabile, proprio come le meringhe tradizionali.
Ingredienti
2 finte uova (4T di semi di chia + 6T di acqua)
125g cocco rapè
70g zucchero
2 cucchiaini di olio di semi
Per prima cosa mettere in una ciotolina i semi di chia e l’acqua, lasciarli in ammollo 5 minuti sino ad ottenere un gel.
Mescolare in una ciotola tutti gli ingredienti ed aggiungere il gel di semi di chia, con le mani impastare sino ad ottenere un composto che stia assieme.
Formare tante piccole palline grandi quanto nocciole o poco più e posizionarle sulla teglia rivestita di carta forno, infornare a forno statico caldo a 180°C per circa 10-12 minuti, devono dorare in punta. Non togliarle dalla teglia sino a quando non saranno fredde.
Conservare in una scatola di latta lontano dall’umidità.
comments powered by Disqus