Nuovo arrivato!

13 May, 2010


L’avevo addocchiato già da qualche tempo in libreria, ma al momento mi ero trattenuta.
Nei giorni seguenti ci ho pensato e ripensato: mi servirà? Lo userò? E’ necessario?… Poi un’ideuzza… perchè no?
Da oggi parte una nuova sezione del mio blog, semplicemente una nuova voce tra i Tag con cui catalogo le mie ricette… Pappe per il bebè!
Sì perchè l’amore per la cucina si trasmette sin da piccoli (così dicono) e poi, chi dice che i bambini debbano mangiare solo pappette verdognoli? E chi dice che un piatto nato per un bambino non possa piacere anche ad un adulto?
Insomma, proviamoci no? Il libro è della Guido Tommasi Editore, oramai credo di possedere la collezione completa dei ricettari illustrati e questo, come tutti gli altri, ha fotografie stupende accomunate tutte da colori pastello, la copertina è rivestita con una sovracopertina di plastica opaca trasparente, anti macchia.
La raccolta di ricette prevede piatti che partono dai 4 mesi di età: si passa dai purè di zucca, sedano-rapa, patate dolci, ai piatti completi a base di pesce (salmone agli spinaci, tonno alla nizzarda) senza disdegnare i sapori etnici (verdure al curry dolce e riso thai, sautè di verdure verdi e spaghetti di soba, tajine di pollo con uvetta), centinaia di polpette di carne o verdure, preparazioni salate ma anche dolci (biscotti, frullati, crumble…), una cucina che accompagna il bambino fino ad 1 anno di età, alcuni piatti sono rivisitazioni delicate di ricette per adulti e quindi tranquillamente realizzabili anche per i pranzi in famiglia, senza distinzioni tra “pappa per il bimbo” e cibo per i genitori.


Nell’attesa della prima ricetta, gustatevi l’allegra scenetta svoltasi in libreria al momento di pagare in cassa il ricettario, credo che già solo questa valga l’acquito!
“Prendo questo”
Cassiera: ” Faccio un pacchetto, è un regalo?”
io (azz… ora si ride): ” No, è per me…”
Cassiera strabuzzando gli occhi e sporgendosi dal bancone per osservare 38 kg equamente (più o meno) distribuiti su 1 metro e 50 di ragazza :
“Aspetta un bebè??”
Io (… lo sapevo!!): “No signora, sono una Foodbloger…”

… evvabbè…



comments powered by Disqus