Pane farcito alle olive, formaggio e pomodorini secchi

5 February, 2011
Questo pane “farcito” fa parte della serie di aperitivi che ho preparato per la festa di Capodanno di mio fratello.
A dirla tutta la festa era a casa mia e con anche i miei amici visto che da oramai 6-7 anni condividiamo le stesse amicizie (giusto oggi raccontavo ad Andrea le bellissime vacanze che passavo con lui e gli altri in quelle estati dove si partiva in 15-20 persone per il campeggio…), ma sinceramente quest’anno avevo voglia di una serata tranquilla, libera di starmene in pigiama e pantofole sul divano, libera di addormentarmi subito dopo la Mezzanotte (o anche prima), per questo ho passato la serata da Andrea… però mica potevo negarmi la fase spadellamento, no?
Per la cena ognuno si sarebbe occupato di qualcosa, chi del primo, chi degli antipasti… a Marco (mio fratello) sono toccati gli apertitivi e alla domanda: “Chiara cosa preparo?” è seguita la mia risposta: “Marco cosa vuoi che ti preparo?” ^-^
E via, 2 giorni di cucinamenti vari, complice la casa totalmente libera da genitori curiosi ho potuto preparare con tutta calma diverse sfiziosità e, sopratutto, ho potuto fare la cosa che in assoluto amo fare: alzarmi prestissimo, alle 4 del mattino ed impastare… far lievitare… sfornare… ed ancora impastare… in una precedente vita ero sicuramente una panettiera!
Davvero, cucinare alle prime ore del mattino è una cosa che adoro, sono le ore che da sempre mi rendono meglio, ricordo che ai tempi del Liceo puntavo la sveglia prestissimo (tra le 3 e le 4) per sfruttare le primissime ore del giorno e portarmi avanti con lo studio delle materie per la settimana; questa estate invece, mi piazzavo sul terrazzo ad impastare il pane godendomi l’alba sul mare, a volte con i gabbiani che mi osservavano dal parapetto … a volte penso che chi dorme fino a tardi si perde un buon 80% delle meraviglie che la Natura ci offre…
Cmq, ritornando al discorso cucina, tra i vari aperitivi che vi illustrerò prossimamente (un po’ ancora che aspetto andran bene per Pasqua!), vi è questo pane integrale farcito con pomodorini secchi (sott’olio), mozzarella ed olive (verdi e nere), ottimo anche per pic nic primaverili, il fatto di poterlo affettare direttamente sul posto vi solleva dagli sbrodolamenti vari durante le trasferte e il ripieno non rischia di seccarsi. Consiglio di preparare questo pane con un giorno di anticipo e di affettarlo all’ultimo, in modo che si insaporisca per bene, prima di servirlo occorre lasciarlo scaldare un pochino in modo che il formaggio ritorni a fondere un po’, basta il forno tiepido o, nel mio caso, il camino acceso.


Ingredienti (750g di pane)
270ml acqua
350g farina 00
60g farina integrale
40g farina di segale
1 bustina di lievito di birra secco (o 25g fresco) o 200g di Pasta Madre ma aumentano decisamente i tempi di lievitazione
1,5 cucchiaini di sale


Farcitura (potete usare gli ingredienti che preferite, ma non deve mancare il formaggio che rende più morbido il tutto)
30g di pomodori secchi sott’olio
50g di formaggio a pasta morbida a pezzetti
20g di olive denocciolate


Miscelare le farine, unirvi il sale e l’acqua in base al lievito che utilizzate: il lievito di birra fresco va sciolto in un bicchiere di acqua tiepida (prelevato dai 270 ml) e poi aggiunto alle farina, avendo cura di non unire subito il sale ma metterlo sulla spianatoia in modo da incorporarlo durante la fase di impasto. Il lievito secco si aggiunge direttamente alla farina e non ci sono limiti alla modalità di aggiunta del sale. La Pm (rinfrescata e maturata) va aggiunta all’acqua tiepida, consiglio di non utilizzare tutta l’acqua indicata perchè dipende molto dallo stato di idratazione della Pm, di solito preferisco tenerne da parte un po’ e aggiungerla man mano che l’impasto me lo chiede.
Una volta impastato tutti gli ingredienti lavorate per una ventina di minuti la pasta, fate delle torciture e sbattetela in modo da rendere il tutto omogeneo e sviluppare al meglio la maglia glutinica; successivamente stendete l’impasto sul piano di lavoro formando un rettangolo di spessore 1,5 cm circa, farcite con i pomodorini a pezzetti, il formaggio e le olive, successivamente arrotolate il pane in modo da avere un filone lungo e mettetelo a lievitare su una teglia coperta da un canovaccio umido. I tempi di lievitazione variano, con i lieviti di birra occorrono un paio di ore (in un luogo tiepido), la Pm richiede un tempo variabile dalle 5 alle 6 ore circa, quando il volume del pane sarà raddoppiato fate delle incisioni a lisca di pesce sulla superficie ed infornate per 30 minuti in forno già caldo a 220°C.
Lasciar raffreddare su una griglia.

comments powered by Disqus