Pane in cassetta integrale (con Pasta Madre)

28 August, 2010
Questa ricetta profuma delle vie di Parigi che ci attendono, il pane appena cotto nelle Boulangerie e il calore che fuoriesce dalle panetterie in contrasto con l’oramai fresca aria del mattino…
Manca poco al nostro viaggio per le mete parigine, la valigia è pronta, praticamente mezza vuota in previsione di “riempimenti” futuri, d’altronde per una settimana 3 paia di pantaloni, 3 magliette a mezza manica, due camicie, 2 felpe e una giacca a vento dovrebbero bastare… poi se sono alta un metro e una scarpa e tutti questi vestiti occupano quello che solo una felpa e un pantalone del mio moroso occuperebbero…bhe è un altro paio di maniche, fortunata no? ;o)
La settimana che ci attende avrà i mille colori della pittura impressionista e il suono dei passi riecheggianti nelle gallerie del Louvre… le nostre giornate saranno anche quelle del cicaleccio nei mercati, illuminate dal bagliore dei cristalli e degli argenti d’antiquari e rigattieri…
Questo pane è una mia invenzione, sfrutta la morbidezza e sofficità che la ricotta conferisce all’impasto (come già sperimentato qua) e il profumo di un mix di spezie per il pan d’epice.

Ingredienti (per uno stampo da plum cake lungo 15 cm)
100g di Pasta Madre rinfrescata
100g di acqua
100g di farina integrale
60g di ricotta
1 cucchiaino di miele
spezie per pan d’epice (facoltative)
latte per spennellare
semini misti (sesamo, papavero, girasole e zucca)

Sciogliere la pm nell’acqua e aggiungere il miele, la farine e la ricotta.
Impastare a lungo il composto sino ad ottenere una palla omogenea, stenderlo su un piano infarinato fino ad ottenere una sfoglia spessa mezzo cm e cospargere con le spezie in polvere, arrotolare il tutto su se stesso in modo da ottenere un salsicciotto. Riporlo nello stampo e coprire con pellicola. Attendere il raddoppio (3 ore circa).
Spennellare la superficie del pane con del latte e cospargere di semini.
Infornare a 200°C per circa 20 minuti.
Noterete che tra gli ingredienti non vi è nè sale nè zucchero, essendo una prova volevo verificare l’accostamento delle spezie con il lievitato e sono arrivata alla conclusione che essendoci di mezzo le note dolciastre della cannella questo pane si addice più ad accostamenti dolci, Andrea l’ha spalmato con la crema Gianduia e l’ha trovato perfetto, all’impasto aggiungerei quindi un cucchiaio abbondante di zucchero di canna in modo da ottenere un pane semi dolce.

Nel caso preferiate un pane da “salato” omettete il mix di spezie indicato e sostituitelo con paprika dolce o curry in polvere.

Posted by Picasa
comments powered by Disqus