Panini al latte e zucca

27 September, 2018

 

E’ strano ricominciare a scrivere, di fatto non ho mai smesso perchè il mio lavoro si è semplicemente spostato su luoghi virtuali a mio avviso più piacevoli, dove il confronto immediato con chi mi segue è più semplice e veloce.
Parlo di social come Instagram, dove il confronto sotto una foto è immediato, dove ci si scambia tranquillamente messaggi e poco a poco si tessono amicizie seppur virtuali. Nove anni fa ( il blog ha compiuto il nono compleanno qualche giorno fa) era tutto diverso, nel giro di poche ore sotto un post apparivano una decina di commenti ed era bello interagire… ora le cose sono cambiate, come giusto che sia, e scrivere su queste pagine è come parlare al vento, sebbene qualcuno legga non se ne ha traccia, non si commenta più nulla e spesso questo fa perdere il desiderio di scrivere.

Ieri il vento è cambiato, nel giro di una notte è arrivata un’aria fredda su tutta la Brianza, le foglie si sono improvvisamente alzate in stretti mulinelli e la luce appare calda ma diversa, come a tingere tutto dei colori caldi dell’autunno, come se improvvisamente avessimo girato la pagina del calendario.
Ecco cosa mi è mancato del blog, avere tutto lo spazio possibile per scrivere questi pensieri, i Social sono fatti di frasi veloci e nonostante i post su Instagram si siano pian piano allungati nel corso degli ultimi mesi, quello spazio mi è sempre stato un po’ stretto.

Il pane al latte e zucca è un vero e proprio esperimento nato semplicemente da una zucca Hokkaido cotta al vapore e la voglia di un panino naturalmente dolce da proporre a colazione ad Annika ( approposito, fate un salto su Instagram se ancora non lo usate, sto lavorando su tantissimi progetti e la colazione è uno di questi).

Ingredienti

90 ml di latte di riso ( non sostituibile, è il dolcificante del pane)
150 g di zucca al vapore

In un pentolino scaldate il latte con la polpa di zucca fino a scioglierla. Fate intiepidire

150 ml di latte di riso
430 g di farina multicereale + farina per lo spolvero
4 cucchiai di zucchero di canna*
2 cucchiaini di lievito di birra liofilizzato
un cucchiaino di cannella
un pizzico di sale
la miscela di zucca e latte precedentemente preparata

1 rosso d’uovo per spennellare

Unite la farina, lo zucchero ed il lievito in una capiente ciotola, unite un pizzico di sale e mescolate. Fate la fontana e nel centro versate la miscela di zucca e latte e i 150 ml di latte di riso. Impastate fino ad ottenere un composto molto morbido ma non appiccicosa, è un impasto ad alta idratazione ( serve a rendere il pane soffice) ma non deve essere colloso ed appiccicoso, utilizzate alcune manciate di farina sulla spianatoia per asciugarlo nel caso lo fosse. Formate una palla ed adagiatela in una ciotola oleata, coprite con pellicola per alimenti e aspettate il raddoppio ( ad una temperatura di 24 °C occorreranno meno di 2 ore, in inverno i tempi aumentano). Una volta raddoppiato rovesciate la pasta sulla spianatoia infarinata e con una spatola porzionatelo in 10-12 palline, foderate una teglia con carta da forno e inseritele al suo interno leggermente distanziate, lasciate lievitare ancora per una trentina di minuti.

Nel frattempo pre-riscaldate il forno statico a 230°C, spennellate con il rosso d’uovo sbattuto con un goccio di latte ed infornate il pane per una trentina di minuti, è cotto quando la base sarà ben biscottata.

Conservate il pane nel congelatore, essendo fatto con lievito di birra rischia di diventare posso nel giro di 24 ore.

*Lo zucchero è poco, serve giusto per attivare il lievito secco, nonostante questo il pane è dolce grazie al latte di riso ( senza zuccheri aggiunti) che per natura è dolce. Se siete abituati a livelli elevati di dolce potreste percepire poco la dolcezza di questa ricetta, in questo caso potete aggiungere un paio di cucchiai di miele di castagno alla dose di zucchero ( togliete un paio di cucchiai di latte dalla ricetta così da bilanciare i liquidi).

comments powered by Disqus
Chiharubatolecrostate.com Copyright 2018 - Privacy Policy