Torta dei sette… anzi, 6 vasetti!!

18 August, 2010

Ma non erano 7?
Eppure… la ricetta suggeritami da Cucina per Due
della Luxury Books ne utilizza 6!

Tante volte tra i blog mi è balzata agli occhi la torta dei 7 vasetti, ma sono sempre andata oltre perchè immediatamente il mio ricordo volava ad una moda in voga durante gli anni delle scuole medie e i primi del Liceo, consisteva nel preparare una torta lievitata e mettere una parte dell’impasto in 7 bicchierini di plastica da consegnare a 7 amiche le quali, a loro volta, dovevano preparare un dolce inglobando l’impasto ricevuto in dono e consegnare altrettanti 7 bicchierini a nuove amiche… ora, evidentemente all’epoca non ero la “fidata amica” di nessuno e devo ammettere che un po’ mi dispiaceva, ma col senno di poi ringrazio il cielo che non mi sia mai capitato tra le mani (e tra i denti) il contenuto di quel vasetto che in otto ore di “fermentazione” nello zaino di scuola non oso immaginare quali metamorfosi potesse subire!
Capirete quindi la mia diffidenza verso questa torta, tale da non portarmi nemmeno a leggere gli ingredienti.
In questi giorni, sfogliando il libro Cucina per Due alla ricerca di un dolce semplice per variare la colazione dei miei genitori, sono incappata in questa torta avente tra gli ingredienti lo yogurt e come unità di misura – anzichè i grammi- il vasetto vuoto dello stesso yogurt. Ho ricollegato la ricetta alla famosa “7 vasetti” dei blog ma mi sono accorta che la mia ne prevedeva solo 6, il settimo – il vasetto di olio- è sostituito da un solo cucchiaio di questo ingrediente. Al momento ho seguito la ricetta senza dar peso a questa variazione, ma durante la cottura sono stata assalita da mille dubbi riguardo la riuscita finale del dolce, temevo infatti che la scarsa presenza di grassi rendesse la torta “gnucca” e stopposa, ma evidentemente lo yogurt ne ha garantito l’ottima riuscita, conferendo morbidezza al lievitato, ovviamente vi consiglio uno yogurt cremoso intero, io ho utilizzato quello alla nocciola della Muller.

La particolarità della ricetta è costituita dal fatto che potete di volta in volta variare la torta cambiando il gusto dello yogurt utilizzato e arricchendo l’impasto con succo di arancia, scorze di agrumi, gocce di cioccolato, frutta fresca a pezzetti o secca.
Io come già accennato, ho scelto uno yogurt cremoso alla nocciola e ho arricchito l’impasto con una buona dose di uvetta sultanina.


Ingredienti
1 vasetto da 150g (o 125, non cambia nulla) di yogurt intero alla nocciola
3 vasetti di farina
2 vasetti di zucchero
1 cucchiaio di olio EVO o di semi
1 bustina di lievito per dolci
2 uova
latte qb
uvetta sultanina a piacere
In una ciotola versare lo yogurt.
Pulire per bene il vasetto e asciugarlo accuratamente, sarà il vostro dosatore per il resto degli ingredienti.
Unire allo yogurt le due uova e lavorare con la frusta.
Sempre lavorando aggiungere lo zucchero, la farina miscelata al lievito e un goccio di latte, dovrete ottenere un impasto omogeneo e morbido. Aggiungere l’uvetta precedentemente ammollata in acqua tiepida e strizzata e mescolare con cura il tutto.
Versare in uno stampo a bordi alti (io ho usato una pirofila quadrata 20×20 ) rivestita di cartaforno ed infornare a 180°C per circa 40-45 minuti (i tempi di cottura variano di forno in forno, fate la prova stecchino).
comments powered by Disqus