Trifle al formaggio dolce e frutti di bosco

11 April, 2013

Nel parco sotto casa mia i primi colori della Primavera hanno fatto capolino, le gemme sui glicini rampicanti, i bulbi che pian piano si dischiudono… i profumi floreali nell’aria si fondono con gli odori terrosi di erba bagnata dalle incessanti piogge che in questi giorni cadono copiosamente su Seregno… Ma non appena esce il sole non posso non vedere quanto bene faccia questa acqua alla terra, ai fiori, agli alberi che con i primi raggi del sole mostrano al mondo che la natura vive e si nutre anche di questo, nonostante le nostre lamentele alla prima goccia di acqua, nonostante gli sbuffi al mattino aprendo le finestre e vedendo il cielo grigio… nulla viene per caso, tutto serve a creare quel grande equilibrio perfetto che solo la Natura sa regalarci.

Ieri è stato piacevole cucinare con le finestre aperte, lasciando che il profumo di dolce invadesse la via, con le teste curiose dei passanti a sbirciare tra il ferro battuto che scherma i vetri della mia scuola, passanti incuriositi da quel bancone cosparso di alzatine con pile e pile di cup cakes pronti da decorare: alla vaniglia, all’acqua di rose, alla mandorla… al cioccolato e al rum… 
Gli ultimi raggi di sole delle 18 vanno a colpire proprio la facciata dell’asilo di fronte e il bagliore reso ancora più accecante dal riverbero contro la facciata color crema disegna arabeschi su quei muri fondendosi con le ombre dei mestoli e delle gratelle su cui raffreddano i dolci .
E anche ieri sera tre ore volate tra sac a poche e cucchiaini affondati nelle glasse alla mora e alla panna montata, tra marsmallow fusi e ciliegine al maraschino.
Decorare i cupcakes ci fa tornare un po’ bambine, tra ciuffettini di panna montata e zuccherini colorati, un tuffo nel passato in quel mondo confettato che accompagna la nostra infanzia, dove tutto profuma di fragola e vaniglia.
Quello che vi suggerisco oggi nasce dagli… avanzi ^^
Perchè c’è sempre quella ciotolina di frosting che avanza dalla decorazione dei cup cakes o quel goccio di panna da montare nel bricco che aspetta solo di essere utilizzato.
Il bello dei dolci in “bicchiere” è proprio quello di essere senza pretese, basta combinare le consistenze degli ingredienti, i colori, bilanciare i sapori e l’effetto scenografico è assicurato.  Gli ingredienti… quello che c’è in dispensa: biscotti sbriciolati come in un crumble (perchè no, proprio quei biscotti che rimangono sempre sul fondo del sacchetto…) o fiocchi di avena da reidratare per un’oretta in poco latte e miele, o nel succo di mela o di frutta, e poi dello yogurt…o della panna montata, o anche del formaggio cremoso come quark o philadelphia o robiola ( per non parlare del classico mascarpone), basta un cucchiaio di zucchero a velo e un po’ di pazienza con la forchetta per rendere il tutto una crema omogenea ed il vostro dessert è pronto!
Nel mio caso ho utilizzato del frosting al Philadelphia composto da formaggio lavorato a crema con zucchero a velo al quale ho aggiunto mezzo bicchiere di panna precedentemente montata a neve ben soda, un veloce giro di fruste per amalgamare per bene i due ingredienti e la crema è pronta!
Ingredienti (per 4 piccoli bicchierini)

180g di philadelphia o altro formaggio cremoso (se utilizzate il philadelphia prendete quello in panetto)
100ml di panna fresca da montare
4 cucchiai di zucchero a velo (in base ai gusti personali aumentare o diminuire la dose)
4 cucchiai di fiocchi di avena al naturale
succo di mela qb
latte qb
frutti di bosco
Lavorare a crema il formaggio con lo zucchero a velo sino ad ottenere un composto omogeneo.
A parte montare la panna ben soda, unirvi la crema di formaggio e amalgamare con cura.
Trasferite il tutto in frigorifero per un’oretta.
Nel frattempo mettere in ammollo i fiocchi di avena ricoprendoli a filo con latte e succo di mela, mettere in frigo per un’oretta in modo che i fiocchi assorbano i liquidi ammorbidendosi.
Mettere un po’ di fiocchi di avena idratati sul fondo di ogni bicchierino, unire 3 o 4 lamponi leggermente schiacciati e coprire con un ciuffo abbondante di frosting (ecco, io consiglio di usare sempre la sac a poche quando si riempiono i bicchierini, il bello di questi dessert è presentarli il più “puliti” possibile, senza sbavature, e la sac a poche è la miglior soluzione).
Aggiungere, sopra al ciuffo di frosting, 3-4 mirtilli e un secondo cucchiaino di fiocchi di avena.
Completare con un generoso ciuffo di frosting e decorare con i frutti di bosco.
Se non avete i fiocchi di avena potete optare per una base di biscotti sbriciolati, o muesli croccante, corn flakes… ma in questi casi conviene preparare il dolce poco prima di servirlo in modo da preservare la consistenza croccante dei cereali.

comments powered by Disqus