Un contorno che scalda: castagne e ceci.

15 December, 2010

Sabato scorso io e Vale ci siamo ritrovate a Milano, a dirla tutta dovevamo essere in tante, si era tentato di organizzare un raduno tra un gruppo di Foodbloggers della zona, persone con le quali si parla ogni giorno su Facebook e sui cui blog si bazzica praticamente sempre. Purtoppo tra imprevisti, malattie e contrattempi l’incontro è sfumato ma io e lei ci siamo viste ugualmente, assieme a Blanca (che ancora un blog non ce l’ha, ma credo che presto sarà dei nostri), una “lettrice” di Vale.
Il programma della giornata… manco a dirlo, libri… libri… ed ancora libri… di cucina ovviamente: abbiamo passato in rassegna tutto il reparto culinario della Rinascente e Feltrinelli per sfogliare e risfogliare ricettari (che poi son stati acquistati su Internet dato gli straordinari sconti natalizi di Amazon!). Il pomeriggio invece… KATHAIIII ( e qua le Foodblogger esulteranno, sì sì, proprio il supermercato nel cuore di Chinatown), dove abbiam fatto scorta di ingredienti etnici, spezie, ciotoline, bacchette: in particolare ho trovato la salsa d’ostrica e quella di pesce che spesso incontro nelle ricette Thailandesi, dei Curry, aggeggini per fare il sushi… ecc…ecc…ecc…

Diciamo che la prima parte della mattinata è volata così, giusto una fugace visita ai mercatini natalizi di via dei Mercanti e poi a pranzo al Biobar di via Cesare Correnti, per chi non lo conoscesse si tratta di un supermercato biologico con annessa tavola calda dove trovate una buona scelta di piatti vegetariani, crudisti, vegani  e macrobiotici. In particolare noi tre abbiamo scelto un piatto misto a base di un cereale (la Quinoa), verdure al vapore ed… un contorno golosissimo a base di ceci, castagne e radicchio rosso.
Allora, premettiamo che tutte e tre abbiamo tendenze salutistiche in fatto di cibo, chi con orientamenti macrobiotici (la Vale) o semplicemente voglia di mangiare sano… che non vuol dire mangiare insalata scondita (oh, poi che a me piaccia è un altro paio di maniche!) ma avere cura di ciò che ti metti nel piatto (e nella pancia!), via libera ai prodotti di stagione, alimenti che scaldano (che non significa che devono essere bollenti… ma alimenti che provengono dalla terra… zucca, cavoli, castagne…), i cereali integrali, le carni più magre e delicate (se non siete vegetariani/vegani e altro), i pesci, le uova provenienti da allevamenti a terra… le spezie e le erbe al posto del sale… Per tanti sono rinunce… per altri come me stili di vita da “tutti i giorni”, scontati… appresi  negli ultimi 10 anni quasi inconsciamente. 
Ecco mi son persa…
Ah, parlavo delle nostre tendenze alimentari, oltre che salutistiche in comune abbiamo anche 2 passioni, la zucca e… le castagne! Potrete allora immaginare la nostra reazione e curiosità nel vedercele in un piatto cucinate come contorno!
Per la zucca invece… purtroppo l’ultima razione di vellutata alla zucca e zenzero ci è passata sotto il naso… e abbiam dovuto rinunciarvi… ce la cucineremo noi a casa!
Ma torniamo a questo contorno, la naturale dolcezza della castagna si sposa perfettamente con la cremosità dei ceci, cotti al punto giusto (non spappolati ma croccanti), con il radicchio fatto appassire in cottura a legare il resto degli ingredienti e, in sottofondo, una nota agrumata data dalla scorza e il succo di un limone.

Per concludere il pranzo, la cuoca gentilissima ci ha offerto dei tartufi… non di cioccolato però! 
Mooolto più buoni (giuro), ottenuti con una purea di Azuchi, miele (un filo), farina di nocciole e ricoperti da granella di pistacchio. Per chi non sapesse cosa sono gli azuchi, trattasi di un fagiolo piccolo e rosso dal sapore molto delicato, non lo trovate al supermercato comune ma in quelli biologici sì, in Giappone viene comunemente utilizzato sia nella cucina salata, sia nella preparazione di creme e dolci, la marmellata di azuchi è il corrispettivo nipponico della…Nutella!
Dalla sala da pranzo siamo passate direttamente al supermercato biologico che non ha nulla a che vedere con l’ Esselunga & CO, sembrava di stare in una libreria, pavimenti in legno, scaffali in legno, luci soffuse… 

Dal pranzo siamo usciti con un proposito: ricreare la ricetta del contorno di castagne… e sperimentare i tartufi!
Per quest’ultimi c’è tempo, ma il contorno… quello son riuscita a rifarlo!
Vale questa è per te!!

Ingredienti
100g di ceci scolati (ho usato quelli in scatola)
50g di castagne lesse e  pelate 
scorza e succo di mezzo limone
1/2 cespo di radicchio rosso
Per prima cosa mettere in un pentolino metà del quantitativo di ceci, unirvi un cucchiaio di acqua, un pizzico di sale e la scorza di limone tritata finissima. Coprire e far cuocere a fiamma dolcissima, controllando che non attacchi: bisogna ammorbidire i ceci in modo che si sfaldino leggermente per creare una cremina, quando l’avrete ottenuta (5 minuti circa) unite le castagne, il resto dei ceci e il radicchio tagliato a julienne, continuate la cottura fino a quando  il radicchio sarà appassito e le castagne si saranno ammorbidite (senza farle sfaldare), se  necessario aggiungere ancora qualche goccio di acqua.
Spruzzare un po’ di succo di limone (poco per volta, iniziate con un cucchiaino, dipende molto dal gusto personale) e servire.

Questo è un contorno, io l’ho abbinato a della ricotta cotta al forno e spolverata di noce moscata, potete abbinarlo ad un cereale, a delle carni… o semplicemente mangiato così come è!
comments powered by Disqus