Un Crumble con i fiocchi (senza glutine e senza lattosio)

16 June, 2014

DSC_8245

 

Il silenzio.
Gli istanti prima di un concerto, gli occhi puntati su una bacchetta e una tensione fatta di sguardi e vibrazioni.

I crini degli archetti sono appoggiati sulle corde dei violini e in controluce ne puoi vedere l’impercettibile pulviscolo creato dal contatto con le corde, ciglia di occhi socchiusi, chiavi argentate che riflettono il caldo legno delle viole… tutto è immobile ma vibrante di note pensate ancor prima di essere prodotte … da quell’istante i cuori batteranno all’unisono con quel gesto, quella bacchetta, che li fa cantare.

Il primo accordo.
Un accordo è un’insieme di mani che improvvisamente si intrecciano, ogni dito sa esattamente con chi avvinghiarsi, ogni palmo trova un palmo che combacia perfettamente con il suo, ogni forma concava ne trova una convessa che la accoglie perfettamente.

La musica… musica è colei che ti fa stare bene, che ti ricorda le risate di quando eri bambina sdraiata a pancia in su nell’erba a guardare le  forme delle nuvole, o il ticchettio della pioggia che batte contro i vetri nei pomeriggi di primavera, con le tende che si gonfiano di aria carica di odore d’ erba umida e asfalto bagnato.

E ancora… il silenzio… quando tutto finisce, l’ultima nota vibra nell’aria e il silenzio è la chiusura di quel cerchio infinito che è la Bellezza.

 

Grazie per le mail ed i messaggi, poco a poco risponderò a tutti!
La febbre non molla, ma io sono più testarda di lei!
Un abbraccio

 

DSC_8248

Questo crumble il mio “dolce naturale” per eccellenza, se leggete attentamente gli ingredienti non c’è zucchero nella frutta e nemmeno nel crumble: la frutta cotta (specialmente la mela che consiglio di inserire sempre assieme ai frutti che decidete di utilizzare ) è per natura dolce, possiamo addolcire ancora di più unendovi una manciata di uvetta passa (o datteri o fichi secchi).
Il crumble, invece, sfrutta il naturale sapore dei fiocchi di quinoa e di grano saraceno (quest’ultimi utilizzateli sempre assieme ad un altro cereale in quanto hanno un sapore molto caratteristico), mandorle e semi di zucca ne accentuano il dolce naturale e i due cucchiai di miele versati a filo prima di infornare conferiscono un dolce aroma che si contrappone a quello della farina di cocco.
Nell’insieme ottenete un dolce leggero, privo di glutine (e sottolineo quanto sia indispensabile fare almeno un giorno alla settimana gluten free per evitare sovraccarichi ed intolleranze), privo di zucchero e, utilizzando l’olio anzichè il burro, privo di lattosio.

Ingredienti (per una pirofila di 22 cm di diametro)

500g di fragole
1 mela

125g frutti di bosco misti (mirtilli, lamponi, more e ribes)
una manciata di uvette

Per il crumble
50g fiocchi di grano saraceno
50g fiocchi di quinoa
2 cucchiai di mandorle a lamelle
2 cucchiai di semi di zucca
1 cucchiaio di cocco rapè
due cucchiai di miele o sciroppo di acero
4 cucchiai di olio di cocco (reperibile nei negozi di alimentazione bio o olio di semi)

Scaldare il forno a 180°C

Tagliate tutta la frutta a tocchetti, oleate il fondo di una pirofila e disponetela al suo interno, se volete potete unire un cucchiaio di miele .

Preparate il crumble: disponete i fiocchi e il cocco in una ciotola, versatevi sopra l’olio di cocco e mescolate in modo da inumidire il tutto.
Con le mani versare il composto sbricioloso sopra alla frutta, spolverate con i semi di zucca e le lamelle di mandorle e rifinite facendo colare il miele a filo su tutta la superficie.

Infornare in forno già a temperatura sino a quando la frutta inizierà a spumeggiare lungo i bordi della teglia e il crumble inizierà a dorare.

Consumare a temperatura ambiente servendo con dello yogurt o al naturale (se piace spolverate con cannella).
Si conserva in frigorifero per massimo 3 giorni

comments powered by Disqus