Vegan Cake al tè Chai e cocco, senza zucchero ( with Stevia )

11 February, 2012

Il consueto post del fine settimana/inizio di settimana (dipende dal giorno in cui lo leggete ^^) dedicato all’America è momentaneamente sospeso a causa di incombenze lavorative. Per chi non lo sapesse (o avesse acceso solo ora la televisione… di solito dicono così ^^) parallelamente all’attività in cucina i pennelli e le spatole li uso anche per dipingere (magari non le stesse che uso in cucina eh) essendomi laureata all’Accademia di Belle Arti. Per anni ho dipinto, specialmentre Trompe l’oeil, per poi passare alla decorazione in pasta di zucchero per matrimoni&co.
Di tanto in tanto, però, ritorno alle origini… l’odore della pittura acrilica, la sensazione di abbandono nel momento in cui ti perdi nel dipinto… le mani che si impastano di colore e le dita che si sostituiscono ai pennelli, in un gesto unico e naturale, come respirare…
Qualche settimana fa nel negozio di arredamento dei miei genitori è entrato un signore alla ricerca di una cameretta per la sua bambina… io ero al pc e molto probabilmente ero intenta a rispondere ai vostri commenti qua sul blog… quel signore mi ha guardato e mi ha detto “Io ti conosco”… (stai a vedere che segue il mio blog! Il mio primo pensiero è stato questo perchè ultimamente vengo riconosciuta per strada neanche fossi una vip paparazzata su donna Moderna ahahah) e invece… 
… ho sei anni, forse sette… dai finestroni di casa mia osservo il campo dinanzi a me puntellato da lunghe roulotte bianche.
Nel giro di una notte tra quelle roulotte sono sorte coloratissime strutture dalle forme più strane, le giostre con i cavalli, le catene… le piste degli autoscontri… ma io aspetto solo lei… la giostrina con le gondoline veneziane… una delle più vecchie, una delle più tranquille con in sottofondo lo sciabordio dell’acqua contro quei gusci colorati profilati d’oro e bronzo…
… e invece… davanti ha me ho il proprietario della giostra con le gondoline e la cameretta è per la sua bambina… bambina fanatica delle Winx a quanto pare, dato che ora ho qui accanto a me le ante dei suoi mobili da dipingere !

La ricetta di oggi è una torta vegana (ultimamente ne preparo parecchie, sono in una fase sperimentale e in più diverse persone mi hanno scritto parlandomi delle loro intolleranze alimentari e di conseguenza questi dolci privi di latticini, uova e zuccheri raffinati possono far comodo).
Come avrete letto dal titolo, questo dolce è privo di zucchero in quanto ho utilizzato la Stevia ( informazioni ). Ho acquistato questo dolcificante naturale negli Usa durante il viaggio di nozze; dal 1 Gennaio è stata introdotta anche in Italia, al supermercato sta iniziando a comparire accanto a zucchero e dolcificanti artificiali introdotta da una nota marca di prodotti dietetici, sfortunatamente non è Stevia pura al 100% ( il prodotto che ho acquistato in America è puro e basta una punta di cucchiaino per dolcificare un’intera Mug di tè, con quella reperibile in Italia ne occorrono almeno 3 cucchiaini pieni), però… sempre meglio di nulla no?
Perchè vi dico questo… perchè nella ricetta che segue ho utilizzato la Stevia “americana” (questa) e di conseguenza vi sono solo 4 cucchiaini di prodotto in tutto il dolce, nel caso vogliate utilizzare la Stevia reperibile da noi dovrete aumentare sicuramente le dosi, in alternativa vi segnerò il dosaggio di zucchero necessario.

Ingredienti (teglia quadrata 20×20 , 9 porzioni)
1 cup di tè chai *
1/3 cup di fiocchi d’avena ridotti in farina (o farina d’avena)
1 cup di farina integrale
1/2 cup di farina 00
10 g di lievito per dolci
1/2 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di cannella
1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
4 cucchiaini di Stevia pura ( o 150g di zucchero di canna)
80g di purea di mela senza zucchero
1 pera sbucciata e ridotta a tocchetti
1 cucchiaio di aceto di mele
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
4 cucchiai di cocco disidratato (tenerne da parte un po’ per la decorazione)
* Il tè Chai è una miscela speziata tipica della tradizione indiana che ha come base un tè nero, se avete difficoltà nel reperirlo potete sostituire con un tè nero speziato (tipo quelli in vendita durante il periodo natalizio…) se proprio non l’avete ripiegate su un comune tè nero (molto forte, lasciate la bustina in infusione sino a che l’acqua non sarà diventata scura scura) e aumentate la quantità di spezie in polvere previste dalla ricetta.
 Se invece volete provare a farvelo da voi, vi lascio il link della tata che tempo fa l’ha preparato, ecco lei ha fatto il Chai latte (che sarebbe la ricetta originale contenente sia tè nero che latte) ma nel nostro caso omettete il latte ed utilizzate solo acqua e tè nero.
Preparate un tè molto forte e lasciatelo intiepidire.
Preriscaldare il forno a 180°
In una ciotola unire tutti gli ingredienti secchi escluso la pera.
Versare poco a poco il tè e amalgamare con una frusta, aggiungere la purea di mela, l’aceto e l’estratto di vaniglia.
Quando il composto sarà omogeneo incorporate la pera a tocchetti.
Versare l’impasto in una teglia o pirofila quadrata (oliata con olio neutro), spolverare con un po’ di cocco disidratato tenuto da parte ed infornare per circa 30 minuti, fare la prova stecchino.
comments powered by Disqus