Torta allo yogurt, pesche e cioccolato bianco e lampadari con gocce di cristallo…

17 July, 2011
 Archiviate (solo per il momento) pareti e paretine (ne manca ancora una da realizzare)… si passa ai soffitti! Da decoratrice mi ritrovo elettricista alle prese con un paio di lampadari Vintage riesumati dalle soffitte della nonna, basterà qualche piccola modifica e tra non molto saranno riportati a nuova vita ^^
L’idea di rimodernizzare il passato mi frulla nella mente da parecchio tempo, Internet e i blog sono pieni di tavoli, sedie, credenze in perfetto stile Shabby, personalmente lo adoro ma la casa la vivremo in due e il quasi marito (da bravo ingegnere) storce un po’ il naso… fortunatamente abbiamo trovato i giusti compromessi e tra non molto, quando finalmente avremo finito di arredare, vi mostrerò quello che abbiamo creato a quattro mani negli ultimi due mesi ^^
I lampadari sono stati una sorpresa anche per lui, sopratutto quando ho spiegato la destinazione finale… ma a voi lascio ancora il piacere dell’incognita!
Sabato pomeriggio è stato un continuo strofinare e pulire i famosi 18 finestroni a tutta parete, bella la casa luminosa… ma che fatica fare i vetri, sopratutto gli esterni!
Venerdì i palchettisti hanno finito l’ultima lamatura  del palquet che ora è stato riportato in vita (ha più di 30 anni!) con una bellissima finitura color miele e nocciola e lunedì mattina arriverà l’auto gru che abbiamo noleggiato per trasportare i mobili e, già che ci siamo, anche tutte le scatole e scatoloni con il pentolame, servizi di piatti, bicchieri, biancheria ecc… un trasloco in piena regola! L’obiettivo è di arrivare a fine mese con casa pulita e tutto quello che conterranno i mobili al loro posto (stoviglie nuove, piatti e corredi vari), a fine Agosto ci preoccuperemo di quanto stiamo tutt’ora utilizzando (vestiti&Co), nonostante si riuscirà a terminare prima del matrimonio io ed Andrea abbiam deciso che aspetteremo il 2 Settembre a trasferirci, esattamente il giorno stesso del Matrimonio ^^

Beh, oramai il blog è anche un diario di lavoro a quanto pare, io tengo tutte aggiornate anche perchè sarà divertente tra qualche tempo rileggere tutto questo… scattare le foto del prima e del dopo mi permette di capire quanto lavoro è stato fatto e credetemi (chi ha il mio contattto di Facebook e ha visto l’album con le foto del “prima” sa cosa voglio dire) quando ho visto i locali lasciati dalla nostra inquilina mi veniva davvero da piangere: muffa ovunque (anche sul silicone delle guarnizioni dei vetriiii, sulla cordina della doccia…), palquet saltato in diversi punti (guarda caso sotto a tutte le finestre, ma dico quando piove non si usa chiudere i vetri???), bagno inguardabile (un piatto doccia COMPLETAMENTE marrone, 6 ore a pulirlo con LAMETTA E 100 GRADI per far saltar via le incrostazioni… ma come faceva a lavarsi lì dentro???)… e una puzza di… pesce (la signora cucinava spesso cozze e affini) che era penetrata sin dentro i mobili con cui le avevamo affittato la casa, nel divano…. e una volta svuotati i locali l’odore è rimasto nonostante gli interventi di muratura… solo ora con l’imbiancatura la casa se ne è liberata…
Le foto qua però non le metto, è un blog di cucina eviterei di far venire il voltastomaco ai miei visitatori ^^
Anzi, giusto perchè di cucina qui si tratta, vi presento un’ennesima torta inventata dalla sottoscritta (approposito, la torta di mele e mirtilli l’avete poi fatta?), l’improvvisazione in cucina mi sta prendendo molto, sopratutto quando in procinto di traslocare ho da far fuori le varie scorte e pacchettini semi vuoti che stazionano in credenza.
Una torta sofficissima (ho utilizzato della fecola di patate nell’impasto) con poco burro, yogurt, cioccolato bianco (sciolto e miscelato agli ingredienti umidi) e pesche… credo sia il dolce lievitato più soffice e delicato che abbia mai cucinato!
Ingredienti (stampo da 22 cm)



80g di burro morbido
170g zucchero
2 cucchiai di yogurt bianco intero
50g cioccolato bianco sciolto a bagnomaria
2 uova
130g di farina autolievitante
50g fecola di patate
2-3 pesche mature

Lavorare il burro con le fruste, aggiungendovi lo zucchero, sino ad ottenere una crema. Aggiungere un uovo alla volta continuando a lavorare con la frusta. Unire il cioccolato fuso.
Addizionare poco per volta la farina e la fecola continuando a lavorare, unire lo yogurt e amalgamare per bene il tutto. Versare l’impasto in una tortiera foderata di cartaforno e decorare con le fettine di pesca (con la buccia e tagliate spesse 5-6 mm).
Infornare a 180° per 45 minuti circa.
comments powered by Disqus