Cannoncini di pastasfoglia come in pasticceria

7 January, 2014

Camminare alle 6 del mattino tra le strade gelide, respirarne il ghiaccio e lasciandosi cullare dal tepore della sciarpa di lana.
Tra le mani una tazzina di caffè bollente, osservando dalle vetrine della caffetteria una città che pian piano riprende a muoversi, in sordina, tra le luci di un Natale che ancora non è archiviato, tra ghirlande che fanno capolino dalle porte e panettoni ancora esposti nelle vetrine della panetteria.
Poco a poco le luci della via si spengono, una dopo l’altra, ed il gelido silenzio delle prime ore del mattino viene poco a poco riempito dal brusio dei primi passanti: un pianto di un bambino, le campane della chiesa.. la campanella della vicina scuola elementare ed un violino che suona il lontananza.
Sento che poco a poco queste atmosfere a me tanto care mi stanno abbandonando e mai come quest’anno vorrei tenermele appiccicate addosso, il calore e la pace interiore che solo l’albero acceso nel buio della sera mi sa donare, il profumo vanigliato delle candele ed il dolce pensiero del mese più caro dell’anno.

Ingredienti (circa 12 pezzi)

Per i cannoncini
250g di pastasfoglia (io la preparo in casa, nel caso va bene anche quella del supermercato… anche se… una volta che provi quella homemade è difficile tornare indietro ehehe ^^)
zucchero a velo

Per il ripieno
2 tuorli
50g di zucchero
20g farina
250g latte
mezza stecca di vaniglia
scorza di limone
100g panna fresca da montare

Stendere la pastasfoglia in un rettangolo con spessore di circa 2 mm, tagliare dal lato corto della sfoglia delle strisce larghe quanto delle pappardelle (circa 1.5 cm), arrotolare la pasta su dei cilindri di acciaio per cannoncini (reperibili in supermercati, iper, bancarelle, anche dal ferramenta!!) facendo in modo di sovrapporle leggermente. (vd. foto sotto)
Spennellare con acqua fredda ogni cannoncino e spolverare di zucchero a velo.
Disporre i cannoncini su una teglia foderata e trasferire in frigorifero per il tempo occorrente al forno per raggiungere i 200°C (ricordate che la pastasfoglia cresce bene solo se passa dall’ambiente freddo del frigo a quello caldo del forno a 200°, questo vale anche per strudel, torte salate ecc…).
Infornare e cuocere per una quindicina di minuti a seconda del vostro forno, devono dorare.
Una volta cotti farli raffreddare completamente prima di estrarre i cilindri.

A questo punto potete sbizzarrirvi con le farciture, potete riempirli con della semplice panna montata con zucchero a velo, una ganache montata al cioccolato (ottenuta sciogliendo ugual quantità di cioccolato fondente e panna, una volta ottenuto un composto liscio far raffreddare in frigo per 4 ore e montare con le fruste) .
Se desiderate dei cannoncini salati non spennellateli con acqua e zucchero ma con semplice tuorlo sbattuto e latte e riempiteli con spume al prosciutto o spume di formaggio ecc…

Oggi vi suggerisco il classico ripieno da pasticceria, ottenuto preparando una crema pasticcera piuttosto sostenuta, una volta fredda la si unirà alla panna montata in modo da alleggerirla , Volendo una volta preparata la crema, quando è ancora calda, è possibile sciogliervi un cubetto di cioccolato o un cucchiaino di crema di nocciole in modo da variarne i gusti.

Preparare la crema facendo scaldare leggermente il latte in un pentolino con la stecca di vaniglia e la scorza di limone.
In una ciotola sbattere i tuorli con lo zucchero, unire la farina e continuare a lavorare aggiungendo poco alla volta il latte caldo, non devono formarsi grumi. Una volta aggiunto tutto il latte rimettete il tutto nel pentolino e portate a cottura su fiamma dolce mescolando sino a che la crema non velerà il cucchiaio.
Far raffreddare completamente.
Montare la panna con un cucchiaio di zucchero e aggiungerne delicatamente quanto basta affinchè la crema si alleggerisca un po’ (io non ho aggiunto tutta la panna perchè non volevo una consistenza troppo molle).
Con una sac a poche riempire ogni cannoncino e decorare con granella di nocciole.

Farciteli poco prima di servirli (un’oretta prima) e conservateli in frigo, se li preparate con troppo anticipo la sfoglia diverrà troppo molle.

comments powered by Disqus