Gnocchi di riso cinesi

3 October, 2009

Prendete 2 quochette alte 3 metri (in due!!)… ok Vale, tu sei alta 8 cm più di me… rifaccio. Prendete 2 quochette alte 3,08 metri (va meglio?) e lasciatele libere per Milano, cosa faranno? Shopping!
Vestiti…scarpe….???
Baaahhhhh
NOI SIAMO FOODBLOGER SANTO CIELO!!
Semplicemente percorriamo tutta Milano da Nord a Sud, da Est ad Ovest per fare la spesa, maledicendo ristoranti Thaylandesi chiusi proprio all’ora di pranzo e benedicendo San Sushi che è accorso in nostro aiuto quando, stremate, iniziavamo a guardare i piccioni con fare famelico ( dopotutto una volta era il piatto tradizionale di Monza il piccione!).

E questi…bhe sono uno dei tanti bottini di guerra che questa giornata fantastica mi ha regalato (oltre ad un bellissimo vasettone di vetro contenente la PASTA MADRE ) che la mia fedele sorellina di fornello mi ha omaggiata!

Che dire, per gli altri sfrenati ed insoliti acquisti dovrete pazientare un po’, ma intanto cuccatevi questo piattino etnico!

Ingredienti

  • Una porzione di gnocchi di riso cinesi
  • 150 g tra zucca e zucchine tagliate a bastoncini
  • una manciatina di funghi secchi
  • salsa di soya
  • sale e pepe qb.
  • misticanza di fiori
Tanto per cominciare, dovete lasciare in ammollo gli gnocchi per almeno 12 ore in una bacinella di acqua fredda (il pranzo o cena che sia va programmato il giorno prima!), io ho coperto la mia insalatiera con un coperchio e l’ho abbandonata al suo destino sino al momento di cucinare. Pulite la zucca, le zucchine e tagliate il tutto a bastoncini. Mettete in ammollo in acqua tiepida i funghi secchi. In un Wok (o pentola antiaderente) fate saltare velocemente le verdure con della salsa di soya, regolate di sale e pepe (dipende da quanta soya usate, è abbastanza salata di suo), quando vedete che la verdura risulta al dente unitevi i funghi strizzati e gli gnocchi di riso scolati. Lasciate insaporire per qualche minuto (attenzione a non cuocere troppo sennò gli gnocchi si spappolano), se vedete che il composto si asciuga aggiungete un po’ di soya o un goccio di brodo vegetale. Togliere dal fuoco e spolverare con della misticanza di fiori ( si tratta di un vasettino contenente erbe aromatiche e fiori essiccati, un altro bottino di guerra milanese!), impiattare e ….pappare!

NB Gli gnocchi rimangono al dente, un po’ gommosi. Su Internet ho visto che alcuni li bollono brevemente in acqua (come se fosse la pasta), personalmente li preferisco cucinati in questo modo, ma regolatevi voi in base ai vostri gusti :o)

comments powered by Disqus