Gelato biscotto crudista

11 April, 2016

DSC_1786

 

Quante cose si possono fare con una mano sola?
In questo momento sono al pc con la mia Crostatina di 10 giorni tondi tondi appollaiata addosso, con la testina incastrata nell’ansa tra il mio collo e la spalla, incredibile come sembri fatta apposta per ospitare una testolina di bimbo. Non la vedo in viso ma dal suo respiro regolare percepisco che sta dormendo, di tanto in tanto un sussulto tipico di quel misterioso mondo di sogni, ombre e luci che popolano il sonno dei neonati.

Una ricetta in rosa, una fotografia scattata poco prima del mio ricovero in ospedale e che già racchiude la nostalgia di quel magico momento chiamato gravidanza…

 

DSC_1785

 

  • Le informazioni nutrizionali saranno inserite non appena ritornerò in possesso del mio braccio sinistro  ^^

Ingredienti ( per 6 pezzi)

Per il biscotto
200 g di fiocchi di avena
290 g di uvetta o fichi secchi o datteri di Medjul
2 cucchiai di taina (crema di sesamo)

250 g di banana precedentemente surgelata a tocchetti
40 g di frutti di bosco surgelati
2 cucchiai di latte di cocco

Per prima cosa frullate in un robot a lame gli ingredienti per il biscotto, dovete ottenere un composto compatto ed appiccicoso.
Aiutandovi con un foglio di carta da forno stendete l’impasto del biscotto in due sfoglie di circa 15 x 16 cm, avvolgetele in pellicola per alimenti e riponetele nel congelatore per almeno un paio di ore.

 

DSC_1574

 

Passato il tempo di riposo del biscotto frullate la banana surgelata con i frutti di bosco ed il latte di cocco sino ad ottenere una crema della consistenza del gelato.
Prelevate il biscotto dal congelatore e dividete ogni sfoglia in 6 rettangoli di 5 x 8 cm, otterrete in totale 12 rettangoli che, assemblati, vi daranno 6 biscotti-gelato.

 

DSC_1577

DSC_1579

 

Farcite i biscotti con il gelato crudista alla banana, livellandonebene i bordi, avvolgete ogni singolo biscotto in pellicola alimentare e conservate in congelatore.
Lasciate riposare 10 minuti a temperatura ambiente prima di servire.

comments powered by Disqus