Smoothie alla fragola, vaniglia e silk tofu

25 March, 2012

Ed è già primavera.
Me lo ha detto l’albero di ciliegio vicino alla cancellata della vecchia casa… oramai si è trasformato in una nuvola rosa pallido, me lo dicono i filari di alberi di prugne che decorano i marciapiedi di Seregno , facendomi da arco fiorito mentre passo in bicicletta per andare alle prove di flauto.
I fiori, le api… il cielo, il sole, tutto parla di Primavera. 
Ora pedalare per Seregno non è più una sfida contro il freddo, correre alle prove con il flauto nel cestino è quasi come pedalare sulle note dei miei spartiti, una muta melodia che parte dal cuore e che abbraccia tutto quello che mi circonda.
La Primavera del cuore, non solo delle stagioni, uno sguardo al calendario che forse a fine mese mi farà riavere mio marito… il pensiero alle giornate che si faranno via via più luminose, la sensazione del lino sulla pelle, le tende mosse dalla brezza che entra dalla portafinestra, il ronzio sommesso delle api nella calura pomeridiana… e un’altra stagione da vivere per la prima volta tra le mie nuove mura.
Soggiorno con vista… sull’orto: 
rosmarino, salvia, origano, basilico e lavanda
Lavori in corso…




Ingredienti (2 bicchieri come in foto)
200 g di fragole
200g silk tofu (tofu seta, molto morbido ed utilizzato per la preparazione di creme o salse)
mezza bacca di vaniglia (le mie sono importate dal Madagascar e sono molto forti, nel caso abbiate quelle che si trovano al supermercato mettetene una intera)
acqua (o latte di soia/vaccino) qb
dolcificante a piacere
Pulire la frutta e tagliarla a pezzetti.
Raschiare i semini della bacca di vaniglia.
Nella brocca del frullatore unire la frutta, la vaniglia, il tofu, azionare e frullare. Una volta verificata la consistenza del composto aggiungere poco alla volta il liquido scelto (acqua o latte) in base alla consistenza  che preferite, io preferisco quasi una consistenza simile al mangia e bevi.
Una volta ottenuta la consistenza desiderata assaggiare ed in base al grado di dolcezza delle fragole dolcificare con sciroppo d’acero o miele o stevia.

Una ricetta banalissima e scontata che mi serve come pretesto per dire quanto sia importante assumere più frutta e acqua possibile nel corso della giornata, personalmente di “acqua pura” ne bevo poca, prediligendo infusi, tè leggeri e tisane… proprio per costringermi ad assumerne di più (dato che bevo anche delle acque molto ricche di calcio a causa sia del fatto che le riserve di questo minerale si accumulano solo sino ai 30 anni e poi vanno via via consumandosi, e sia per il fatto che assumendo periodicamente Cortisone ho parecchie carenze di questo minerale), dicevo, proprio per assumere più acqua ho iniziato a prepararmi frullati e smoothie usando queste acque arricchite ( le trovate al supermercato sono quelle… effervescenti naturali, giusto per non fare nomi).


comments powered by Disqus