Colomba a lievitazione naturale

2 April, 2012
L’aria è profumata, i tenui fiori di pesco che coloravano le vie ed i marciapiedi di Seregno stanno pian piano lasciando il posto alle prime tenere foglioline… anche gli alberi della mia piazzetta hanno gettato i primi germogli e nel giro di un paio di giorni sono apparse anche lì le prime foglie e ora guardare il cielo da quelle panchine ti fa quasi dimenticare che siamo solo ad Aprile tanto strano è l’effetto di quelle chiome verdi tra me e l’azzurro.
Una primavera agognata e sperata, la voglia di sentire il sole sulla pelle, l’attesa dei primi caldi per ricominciare a correre e sentire l’aria su viso, i capelli raccolti ricadere solleticando sulle spalle e la schiena, lo scalpiccio delle scarpe da ginnastica sulla ghiaia…
Finalmente le finestre di casa sono spalancate e le prime mosche sono entrate a farmi visita, la mattina presto il gelsomino appena piantato sul balcone mi accoglie con un intenso profumo e alla sera il basilico ed il rosmarino appena annaffiati mi ricordano che è ora di chiudere in dispensa le erbe secche e iniziare a cucinare con quello che riesco a coltivare in quei pochi fazzoletti di terra che mi sono ritagliata sul terrazzo.
Un’ultimo sforzo, in questi giorni, è stato fatto per produrre le Colombe pasquali, una tradizione che, assieme ai panettoni di Dicembre, mi coinvolge direttamente da quasi 3 anni. Una settimana di preparazione per rafforzare il lievito madre, i rinfreschi consecutivi e l’attesa, le sveglie alle 4 del mattino per controllare la lievitazione, la forgiatura, l’emozione di vedere respirare la pasta sotto il telo da lievitazione e la lenta cottura con un profumo di dolce che in poco tempo ha invaso la casa, passando sotto la porta e percorrendo tutti i tre piani dell’edificio in cui vivo.
Ora non rimane che consegnarle alle ragazze che tramite il blog mi hanno contattata, persone che ho avuto modo di conoscere personalmente già a Natale e che mi ricordano che magnifiche amicizie possono nascondersi dietro a questi schermi !
Tra qualche giorno io ed Andrea (che è atterrato proprio ieri) partiremo per Firenze… con annesse macchine fotografiche, obiettivi e cavalletti!!
Con queste foto colgo l’occasione per augurarvi Buona Pasqua e una dolce Primavera!

La ricetta è la mia solita, collaudata da oramai qualche anno.

comments powered by Disqus