Fior di Nasello alla vaniglia su purè di zucca

7 February, 2011
Non sempre seguo le ricette dei miei libri, spesso il tempo per sfogliare i ricettari e le riviste è poco, in più io mangio “diverso” dal resto della famiglia nel senso che i miei prediligono paste al sugo, formaggi e affettati vari e di conseguenza parecchie ricette che vorrei fare sono quasi sprecate per una sola porzione… fatto sta che a parte qualche rara sperimentazione mi limito a petti di pollo alla piastra, scatolette di tonno e Simmenthal, insalatone ecc… solo con il pesce mi sbizzarrisco un po’ di più, forse perchè si presta maggiormente a cotture alternative come il vapore o altro e i tempi di cottura sono anche lievemente minori.
Ultimamente lo cucino al vapore, racchiudendolo in cartocci di cartaforno assieme a spezie varie (non disdegno la cannella, i semi di cumino, quelli di coriandolo ecc), ma quello che vi propongo oggi è un semplicissimo Nasello cotto a “quasi-vapore” in un pentolino con due dita di latte caldo in cui ho fatto sciogliere i semini di un baccello di Vaniglia (quella buona, del Madagascar comprata dal mio rivenditore di fiducia su Ebay).
Il Nasello, come tutti i pesci bianchi, ha un sapore molto delicato, perfetto da abbinare alla vaniglia o ad altre spezie delicate che ne esaltano particolarmente il sapore.
Come accompagnamento ho scelto un purè di zucca, vellutato e dolce, è il mio ortaggio preferito! Ma potete benissimo preparare un purè di patate (magari non uno di quelli in busta eh!), mantecatelo con del burro e aggiungete un pochino di vaniglia anche lì… sentirete che buono!

Ma veniamo alla ricetta, le dosi sono piuttosto approssimative, si va ad occhio, è il procedimento che conta.

Ingredienti:
pesce bianco sodo (Nasello, merluzzo)
latte intero qb (il pesce deve esserne immerso per metà della sua altezza)
bacca di vaniglia (intera se cucinate per 4 o più persone, meno della metà per una porzione sola)
fior di sale alla vaniglia (o sale fino)
una grossa fetta di zucca senza buccia e senza semi
un pizzico di sale
acqua qb

In un pentolino mettete a scaldare il latte con la bacca di vaniglia aperta, in modo che i semini vadano a perdersi nel liquido. Non appena inizia il bollore immergervi il pesce, abbassare la fiamma al minimo e lasciar cuocere coprendo con un coperchio. Di tanto in tanto verificatene il grado di cottura e se il latte si asciuga aggiungetene ancora qualche goccio.
Preparate il purè tagliando la fetta di zucca (priva di buccia) in tocchetti di egual misura, poneteli in una pentolina con un goccio di acqua e cuocete a fiamma dolce coprendo con un coperchio, fino a quando la polpa inizierà a sfaldarsi (se necessario aggiungere altra acqua in modo che non bruci il fondo).
Non appena la zucca sarà morbida frullatela con il minipimer (o schiacciatela con la forchetta, come preferite) e regolate di sale.
Adagiate il pesce ormai cotto sulla vostra porzione di purè.
comments powered by Disqus