Il burro di noce

30 March, 2012

Oibò… ho fuso il minipimer!

Il burro di noce, così come quello di nocciole o di mandorle, è parente stretto del burro di arachidi che ho già preparato qualche mese fa. 
Magari il nome “burro” spaventa un po’, ma si tratta semplicemente di frutta secca frullata nel minipimer (magari un po’ meno catorcio del mio eh…) sino ad ottenere una pasta più o meno omogenea. 
A cosa serve? 
E’ un burro vegetale… potete unirlo all’impasto di torte e biscotti per insaporirli, oppure spalmarlo sul pane a colazione ( in questo caso aggiungerei un goccio di olio neutro durante la “frullata” in quanto al contrario del burro di arachidi quello di noce tende a divenire un composto un po’ asciutto e sbricioloso e l’olio aiuta a renderlo più spalmabile) o semplicemente potete utilizzarlo per mantecare porridge o risotti. Personalmente lo trovo ottimo abbinato al risotto con gli asparagi, anzichè mantecare con il formaggio,  poi gli abbinamenti sono infiniti! 
Vale nel suo porridge ai carciofi mantecava con il burro di arachidi, una vellutata di carote può acquisire uno sprint in più con un cucchiaino di burro di nocciole e così via…
Porridge ai 5 cereali, carciofi, aneto e burro di noce

comments powered by Disqus