Insalata tiepida di zucca e ricotta

19 June, 2011

Tratto la zucca come se fosse una patata… o un’insalata… insomma non rientra tra i miei ortaggi “stagionali” da consumare solo ed esclusivamente in autunno. Celebre il ricordo di me ed Andrea (quasi-marito) l’estate scorsa in Vespa su e giù lungo la costa ligure con… una zucca nel sottosella, essì perchè nonostante io parta per il mare con 3 zucche nella borsa della spesa si finisce sempre col terminare la riserva (conteggiando circa mezza zucca al giorno, si fa presto a rimanerne senza) ed in Liguria è alquanto difficile trovare la mantovana, dolce e farinosa… quindi se durante una passeggiata tra i borghi liguri te ne capita una proprio davanti al naso in uno dei tanti fruttivendoli che affollano i viottoli  NON PUOI lasciarla lì, ti pare?  A costo di scarrozzartela dietro tutta la giornata!
Se poi ti capita che, chiedendola al fruttivendolo, lui di istinto ti tagli giù una bella fetta di anguria convinto che la sottoscritta si sia confusa in quanto IMPOSSIBILE voler mangiare una zucca nella calura del Ferragosto… capirete che i ricordi legati a questa dolce signora si fanno ancora più belli e divertenti ^^ .
Ma poi, chi ci dice che con la zucca ci prepari solo minestre e risotti? Un’insalata ad esempio, giusto per spacciare come “di stagione” la ricetta di oggi, da consumare a temperatura ambiente o lievemente tiepida.

Ingredienti (dosi da regolare in base alla vostra zucca-dipendenza)

zucca mantovana (buccia verde, nota anche come Delica)
una stecca di cannella (la mia arriva dal Madagascar, ordinata con l’ultima dose di Vaniglia da un rivenditore ebay)
chiodi di garofano
rosmarino fresco
paprika affumicata
cristalli di sale affumicato (o sale grosso)
ricotta vaccina (o stagionata se piace)
spinacino o rucola freschi
pinoli
miele di castagno

Accendere il forno a 200° ventilato.
Disporre la zucca tagliata a fette di spessore 1 cm, in genere non tolgo la buccia in quanto commestibile, all’interno di una teglia rivestita di carta forno. Aromatizzare con i chiodi di garofano, la stecca di cannella, il rosmarino, la paprika ed il sale. Ricoprire il tutto con un foglio di carta argentata ed infornare per circa 20-25 minuti, successivamente rimuovere la carta argentata e continuare la cottura per altri 20 minuti circa, sino a quando la zucca si sarà ammorbidita (sopratutto la buccia che dovrà essere facilmente trapassabile con la lama di un coltello), attenzione a non cuocere troppo, le fette dovranno rimanere sode e non spappolate.
Lasciar intiepidire.
In un pentolino antiaderente tostare i pinoli.
Disporre le fette di zucca tiepide (o a temperatura ambiente)  in un piatto, decorare con foglie di spinacino o rucola, sbriciolarvi della ricotta e decorare con un filo di miele di castagno ed i pinoli tostati.



Nota di servizio a carattere personale ^^ 
Le cure proseguono, alternando giorni “no” a giorni positivi, ci sono momenti in cui mi sento talmente “strana” con tutto il bombardamento di medicinali che il mio corpo sta ricevendo, pupille dilatate… altro che doping! Che dirvi se non ringraziarvi ancora per l’affetto che mi dimostrate, davvero!!! Passerà anche questa, passeranno questi mesi, il 2 Settembre mi sposerò e comincerà una nuova vita, una casa nuova (una cucina nuova!), un marito nuovo (ahahah, me lo cucco già un po’ scalcinato però ihihi). Il “nido” ce lo stiamo costruendo, nel vero senso della parola, per ora la nostra capanna è un agglomerato di fili che escono dai muri, calcinacci ecc ecc, ma per Settembre sarà tutto pronto, nel frattempo alterno lo spadellamento allo spennellamento, da brava decoratrice che sono (mica decoro solo torte eh!!) sto riportando a nuova vita dei complementi d’arredo di inizio secolo, acrilici, smalti, foglia d’argento… tra non molto diverrò inbianchina per decorarmi alcune paretine… e anche un po’ elettricista ^^
Un bacio a tutte!!
Chiara
comments powered by Disqus