Overnight Oatmeal al lampone

2 June, 2015

DSC_9902

 

Ore 5.45
Le mattine dopo i temporali profumano sempre di asfalto bagnato e terra, odori acri che vanno a mescolarsi a quelli dolci dei gelsomini e dei tigli in fiore, Seregno ne è completamente impregnata in queste settimane.
Tigli nel giardino della scuola materna, tigli lungo i viali che portano alla Chiesa… e i gelsomini che si arrampicano sulle vecchie mura, ai lati di ogni negozio delle nodose viette del centro storico e gelsomini anche nel piccolo terrazzino di 2 metri per 2 dal quale vi sto scrivendo.
E’ un profumo dolce, il profumo della primavera che ogni anno aspetto e che tra non molto lascerà il posto a quello caldo e soffocante dell’estate.

Ho già trattato la preparazione degli overnight oatmeal questo inverno, all’interno dello Speciale che, a mia sorpresa, ha avuto tantissimi sperimentatori.
Non c’è persona che non mi abbia detto/scritto di aver finalmente risolto  il dilemma colazione, sia per loro stessi che per tutta la famiglia e, cosa che più ha stupito tutti… finalmente una colazione che ti fa arrivare dritta dritta all’ora di pranzo senza buchi nello stomaco.
Per chi non lo avesse ancora fatto, vi invito a leggere il post sopratutto per tutta l’introduzione riguardante la composizione a livello di macronutrienti che deve avere questo primo pasto della giornata, al di là dell’overnight vi sarà sicuramente utile per costruirvi su misura la vostra colazione.

Per quanto riguarda le porzioni, io “mi conosco” ed ho avuto modo di sperimentare che 34-40 g di fiocchi naturali di avena mi bastano per tirare mezzogiorno spaccato, ma molto probabilmente ad un’altra persona ne occorreranno 45 e ad altri 50… Non fissatevi sulle dosi che vi scrivo io, aumentate in base alle vostre esigenze, di conseguenza aumentate di un poco anche tutti gli altri ingredienti.
Cosa fondamentale, verificate che non vi sia zucchero in nessuno degli ingredienti che utilizzate, sembrerà un controsenso perchè si pensa che un po’ di zucchero ci dia energia, al contrario è proprio la sua presenza ad innalzare l’indice glicemico del pasto e a farci venire “il buco nello stomaco” dopo breve tempo.

DSC_9916

 

Tempo:  10 Minuti + una notte di riposo
Difficoltà:  facile
Vegan _ Per una versione senza glutine utilizzare avena certificata o fiocchi di quinoa o riso
Informazioni Nutrizionali  _ per 1 persona _ Calorie 319 _ carboidrati 28 g _ Grassi 14 g _ Proteine ​​17 g

Ingredienti (per 1 persona)

35-40 g di fiocchi di avena integrali
da 50 ml di latte di mandorla senza zucchero
100 g di yogurt di soia al naturale
15 g di semi di zucca
50 g di lamponi

Lamponi

 

Disponete i fiocchi di avena in un barattolo (o in una scodellina), versatevi sopra il latte di mandorla, lo yogurt e i semi di zucca.
Ricoprite con i lamponi, chiudete il barattolo e conservate in frigorifero per una notte. Durante il riposo l’avena assorbirà completamente tutti i liquidi, diverrà morbida e unita allo yogurt si trasformerà in un cremoso pudding.
Grazie al fatto di utilizzare il barattolino con tappo, se la mattina siete sempre di fretta potete prelevare la vostra colazione dal frigorifero e portarvela direttamente al lavoro o a scuola ( ricordatevi il cucchiaio)

comments powered by Disqus