Pulao di pollo e verdure

23 November, 2015

 

DSC_9375

 

Sono particolarmente affezionata alla cucina indiana.

Conservo un piacevole ricordo del primo vero pranzo organizzato da me ed Andrea nella primavera del 2009, quasi 6 anni fa, il blog sarebbe nato solo l’autunno successivo ma già da un anno avevo iniziato questo mio percorso che è poi divenuto il mio lavoro.
Fino a quel momento avevo fatto quello che, all’inizio, mi veniva più facile e naturale preparare, ero ancora legata alla pasticceria tradizionale e non badavo minimamente ai temi legati a zucchero e prodotti raffinati che invece  ora mi stanno particolarmente a cuore, la consapevolezza è venuta poi, durante il mio cammino di crescita e maturazione in questo campo.

Ricordo che quella mattina la casa profumava di caldo e di spezie, un profumo che andava a mescolarsi all’odore di terra calda e di fiori provenienti dal giardino, le porte finestre della cucina spalancate sulla veranda ed i glicini che già buttavano le prime gemme.
Quei profumi erano nuovi per me, sorprendenti ed inaspettati come lo sono a chiunque si accosti per la prima volta a questa particolare cucina: l’odore pungente del cumino che inizialmente non apprezzai ma che ora adoro, il profumo dolce e aromatico del riso basmati in cottura e quello biscottato del mio primo chapati mentre abbrustoliva sulla fiamma viva.
Ed infine l’acqua di rosa preparata per me da una signora siriana e la sensazione, appena aperta quella bottiglietta , di trovarsi immersi in un giardino fiorita, la testa mi girava da tanto forte era quel profumo.

E’ da quel momento la cucina indiana è entrata nel mio cuore, in poche ore ha saputo pizzicare tutte le corde del mio animo con la sua dolcezza, asprezza e il suo calore, tutti racchiusi in pochi barattolini di spezie.
Quando mi chiedono che “curry” uso io sorrido, perchè non esiste il curry… esistono tante spezie, alcune sono polveri fini e colorate, altre sono minuscoli semini grandi quanto un granello di zucchero, altre ancora sono sottili come aghi di pino. Nel momento il cui il ghee inizia a sfrigolare nella padella ha inizio la magia, una musica di profumi, basta un pizzico in più di una spezia per cambiare completamente il piatto… cucinare indiano è come suonare uno strumento, un equilibrio perfetto tra tutte le note che compongono il nostro piatto, un pizzico di questo e due pizzichi di quell’altro… questo è il curry.

Il pulao è un piatto che preparo spessissimo per i pranzi con i ragazzi/e dei corsi di cucina, si cuoce tranquillamente il giorno prima e basta scaldarlo nel forno ( coprendolo con alluminio) per una ventina di minuti ed è pronto da servire.

Tempo: 1 notte di marinatura + 40 minuti di cottura
Difficoltà:
media
Per una versione senza lattosio sostituire il latte, lo yogurt ed il ghee con prodotti a base vegetale ( sostituite il ghee con olio di sesamo )
Informazioni Nutrizionali ( a persona)  _ Calorie 480   _ Carboidrati 90,8 g _ Grassi 7,5 g _ Proteine  18,2 g

Ingredienti ( per 6 porzioni abbondanti )

200 g di carote
100 g di fagiolini
50 g di piselli freschi o surgelati
3 cucchiai di burro chiarificato ( circa 40 g)
1 grossa cipolla a fette
200 g di petto di pollo a cubetti
200 ml di yogurt bianco naturale
2 cucchiaini di zenzero fresco tritato
2 cucchiaini di garam masala
2 cucchiaini di cumino
1 cucchiaino di curcuma
3 bacche di cardamomo
3 stecche di cannella
sale qb
1 cucchiaino di peperoncino in polvere
1 cucchiaino di zafferano
200 ml di latte fresco
600 g di riso basmati
succo di un limone

Coriandolo fresco per servire

La sera prima mettete a marinare in frigo il pollo a cubetti con lo yogurt, lo zenzero, il garam masala, le bacche di cardamomo, curcuma e peperoncino.

Scaldate il latte e scioglietevi lo zafferano, tenete da parte in caldo.
In una capiente pentola portate a metà cottura il riso in abbondante acqua salata con le stecche di cannella, scolate e mettete da parte.

In una capiente padella soffriggete le cipolle nel burro chiarificato, quando saranno appassite unitevi il cumino e fate tostare per qualche secondo, aggiungete il pollo con tutta la marinata e le verdure tagliate a pezzetti piccoli.
Ricoprite con il latte allo zafferano caldo e cuocete a fuoco basso coprendo con un coperchio sino a quando il pollo sarà tenero, aggiungete tutto il riso precedentemente cotto e mescolate con cura in modo da amalgamare i sapori, regolate di sale, unite il succo di limone, coprite e continuate la cottura sino a quando il riso sarà completamente cotto.

Servite con spicchi di lime e coriandolo fresco, ottimo con una salsina a base di yogurt bianco e foglioline di menta sminuzzate.

comments powered by Disqus