The 30-day Green Smoothie challenge #chiharubatolecrostatehealthy

7 March, 2015

DSC_9196

 

Oggi voglio presentarvi una bella iniziativa scoperta proprio questa ehm… mattina (  erano le 3.30… che per me è già mattino _._ ).
Come oramai saprete, da diversi anni potete trovarmi anche su Instagram al profilo “chiharubatolecrostate”, grazie a questo social posso farvi entrare direttamente in casa mia, portarvi con me quando cammino tra le strade di Seregno, rendervi partecipi dei backstage del blog… e grazie ad esso ho conosciuto tantissime persone sia in Italia che nel resto del mondo, dalle blogger australiane ad alcune flautiste statunitensi.
Diversi mesi fa ho iniziato a seguire il profilo di Simple Green Smoothies interamente dedicato al mondo degli Smoothie (che per chi non lo sapesse sono dei frullati a base di frutta e verdura, già presentati in diverse occasioni in questo blog), e proprio questa mattina ho letto un’interessante aggiornamento riguardante questa iniziativa che partirà dal 1 Aprile: the 30-day Green Smoothie challenge!
Si tratta di una “sfida”, preparare per un mese intero un green-smoothie al giorno, beneficiare di questi concentrati di benessere per 30 giorni.
Ovviamente lo smoothie non sostituisce un pasto, contiene frutta e verdura quindi può essere sorseggiato durante esso ( magari non con polenta e spezzatino ecco), può costituire la porzione di frutta da abbinare alla colazione oppure può sostituire lo spuntino di metà mattina o pomeriggio, già in passato vi ho suggerito di conservarlo in un barattolo a chiusura ermetica in modo da poterlo portare con voi a scuola, al lavoro o in palestra.

L’iniziativa proposta è completamente gratuita ed è ben organizzata, si tratta semplicemente di registrarsi a Simple Green Smoothies e ogni giovedì (a partire dalla settimana prima dell’inizio sfida) riceverete una mail contenente la LISTA DELLA SPESA per le preparazioni della settimana successiva e 5 RICETTE di smoothies, il sesto e settimo giorno sono liberi nel senso che ciascuno può preparare il frullato che più ha preferito durante la settimana. Ogni ricetta è per 2 porzioni, potete preparare doppio smoothie ( si conservano in frigo per un paio di giorni quindi avreste già la porzione per il giorno seguente) o condividerlo con un vostro familiare _ abituate i bimbi a berli al posto delle solite bibite o succhi di frutta zuccherosi_ o semplicemente preparare mezza porzione.
Non occorrono attrezzature particolari, semplicemente un comune frullatore e dei bei bicchieri capienti ( ed eventualmente anche un paio di barattoli con coperchio ermetico per portarli con voi se uscite).
Non occorre neanche chissà quanto tempo per prepararli, il fatto di avere in mano la lista della spesa ogni giovedì vi permette di organizzarvi con gli ingredienti, ci vogliono giusto 3 minuti per mettere tutto nel boccale del frullatore e pigiare il tasto per azionare le lame.
Per quanto riguarda il tipo di ingredienti, al momento non ho in mano ancora nessuna lista della spesa ma immagino che essendo un sito australiano potrebbero esserci frutti non proprio di stagione ( là ora è piena estate) quindi io mi sentirò libera di sostituire la frutta con tipologie più stagionali.

Ma nel dettaglio….

Cosa sono i Green Smoothie?

Sono dei frullati a base di frutta e verdura. Non spaventatevi dalla presenza di ortaggi e dal colore, il verde è dato dalla presenza di una manciata di spinaci o lattuga, avocado o kale (cavolo nero) ma il sapore non si percepisce minimamente,  la bevanda prende il sapore dolce della frutta di cui si compone.
Mi chiederete, a che serve allora la verdura?
Serve a darvi tutte le vitamine che solo gli ortaggi verdi possiedono e che spesso difficilmente riusciamo ad assumere nella giornata.

Gli ortaggi VERDI Sono ricchissimi di vitamine, in particolare di vitamina A, C e K, di calcio, potassio, manganese e magnesio. Contengono flavonoidi che aiutano a contrastare lo sviluppo di malattie cardiache. Sono ricche di ferro – in particolare gli spinaci – che protegge il sistema immunitario e aiuta il corpo a produrre energia. Alcune verdure, a foglia più scura, sono particolarmente ricche di magnesio che apporta numerosissimi benefici alla salute: abbassa la pressione, rafforza il sistema immunitario, rinforza le ossa, rilassa i muscoli e contribuisce a diminuire lo stress e l’ansia.
Appartenenti a questa categoria abbiamo le insalate, gli spinaci, alcuni tipologie di cavoli come il cavolo nero, i broccoli, le zucchine… La maggior parte di essi siamo abituati a consumarli cotti, ma oramai tutti sanno come la cottura deteriori e addirittura distrugga tutte le vitamine e le sostanze nutritive contenute in questi alimenti.
Io in primis anni fa davo per scontato che questi alimenti si dovessero per forza cucinare per essere consumati, poi ho dovuto ricredermi grazie agli spaghetti di zucchina… in seguito ho scoperto quanto fossero deliziosi i broccoli crudi in insalata (io che detestavo i broccoli cotti!) e addirittura sono finita per metterli in tavola durante il pranzo di Natale con la mia famiglia ( conditi con una vinagrette di yogurt bianco, poco aceto, sale e pepe, cranberries e noci tostate).
Gli spinaci da diverso tempo ero solita aggiungerli alle insalate crude (sia nella versione baby spinacino e sia il vero e proprio spinacio fresco da cuocere), e grazie al coleslaw io ed Andrea abbiamo trovato un modo delizioso per consumare i cavoli cappuccio crudo.

Con i green smoothie ho ulteriormente arricchito la mia alimentazione e trovato uno stratagemma per avere a disposizione un concentrato di vitamine in una comoda bevanda da consumare anche fuori casa grazie alla praticità dei barattoli con tappo a vite.

 

GreenSm

 

 Lo smoothie che vedete qua sopra è un esempio di quello che porto con me ogni mattina nella borsa della palestra, contiene una manciata di foglie di spinaci, mezza banana a fettine, mezza mela con la buccia, una spruzzata di lime e, a seconda della voglia del giorno, un cucchiaino di tè verde matcha in polvere o mezzo cucchiaino di zenzero in polvere ( o un pezzetto di quello fresco). Per frullare utilizzo semplice acqua o del latte di cocco, soia, riso, avena… Se lo bevo dopo l’esercizio fisico metto anche una porzione di proteine in polvere, solitamente proteine vegetali della canapa.

I green smoothie non si preparano con il latte vaccino.

Che dite, vi unite a me nella sfida?
Vi ricordo che potete fotografare le vostre preparazioni e taggarle su Instagram con #chiharubatolecrostatehealthy , in modo da inserirle direttamente nella galleria creata con tutti i vostri scatti!

comments powered by Disqus