Cheesecake crudista al cioccolato

17 May, 2016

 

 

DSC_1877

 

Oramai i post vengono scritti a spizzichi e bocconi tra una nanna, un cambio di pannolino ed una crisi di pianto.
Ho passato gli ultimi 45 minuti a tentare di sistemare le ultime fatture da inviare in Redazione mentre con una mano reggevo Annika e con l’altra scrivevo al pc, tutto questo intervallato da corse verso la lavatrice da avviare, la lavastoviglie da svuotare e una decina di altri mestieri che contemporaneamente riesco a fare durante la mattina.

Annika da circa 4 notti dorme in cameretta da sola, mi ero riproposta di tenerla con me se solo avesse dimostrato disagio nello stare sola ma a quanto pare lei al “contenimento” tanto acclamato da pediatri ed ostetriche preferisce sbragarsi letteralmente nel lettino “dei grandi” assumendo quella forma a stella tipica di suo padre, cosa che da una parte mi fa ridere e dall’altra mi lascia nel dubbio che tra qualche mese forse non le basterà più nemmeno quel letto!!!

Questa cheesecake fa parte della serie di cucina e dolci crudisti che trovate a questo tag, preparata pochi giorni di ritorno dall’ospedale per festeggiare l’arrivo di Crostatina.

 

DSC_1840

 

Tempo:  alcuni ingredienti vanno preparati 24 ore prima, preparazione 30 minuti, riposo 3 ore

Difficoltà: facile
Vegan, senza glutine
Informazioni Nutrizionali (un biscotto)  _Calorie 640  _ carboidrati  37,5 g _  Grassi  47,2 g _Proteine 13,6 ​​g

Ingredienti (per 8 Porzioni)

Base
120 g di noci
120 g di fiocchi di avena certificati senza glutine
30 g di fave di cacao
8 datteri di medjul
6 cucchiai di olio di cocco
1 cucchiaino di essenza naturale di vaniglia
un pizzico di sale

Per la crema
300 g di Anacardi crudi
200 g di crema di cocco *
25 g di cacao amaro
45 ml di sciroppo d’acero

Per la glassa
60 ml di olio di cocco
3 cucchiai di cacao amaro
1 cucchiaio di sciroppo d’acero

Lamponi per Servire

* Ottenuta ponendo in Frigorifero per 24 ore una lattina da 400 ml di latte di cocco, trascorso il tempo aprite la lattina e prelevate la parte solida del latte, la rimanenza (Acqua di cocco) utilizzatela per frullati o curry Indiani.

Il giorno prima mette gli anacardi in ammollo in abbondante acqua e la lattina di latte di cocco in frigorifero.

 

 

Raw-Cake

 

Preparate la base  frullando tutti gli ingredienti tra di loro sino ottenere un composto appiccicoso , dividetelo in due parti e con una metà riempite la base di una tortiera ad anello di diametro 22 cm, appiattite ben bene il tutto come per una tradizionale cheesecake, ponete la tortiera in congelatore per un’ora (per comodità rivestite il fondo della tortiera con un disco di carta da forno). Conservate la seconda porzione della base a temperatura ambiente.

Scolate gli anacardi ammollati e frullateli con tutti gli ingredienti previsti per la crema, dovete ottenere un composto liscio e vellutato, versatelo sulla base congelata della torta e ponete in congelatore per un paio di ore.

Trascorso il tempo di riposo andate a disporre la seconda metà della base  sopra alla crema rappresa, distribuitelo in maniera uniforme su tutta la superficie e livellatelo con un cucchiaio.
Congelate per un’ora.

Preparate la glassa: se il vostro olio di cocco fosse rappreso scioglietelo nel microonde o a bagnomaria (l ‘olio o burro di cocco Sono la stessa cosa, questo prodotto tende a rapprendersi  se conservato in frigo, a temperatura ambiente invece può trovarsi semi -liquido o liquido una seconda delle temperature), unite il cacao e lo sciroppo d’acero e mescolate bene ad sino ottenere un composto liquido che andrete a colare sopra alla torta congelata. disponete il dolce su una gratella in modo che l’eccesso coli, dato che la torta è fredda di congelatore la glassa si rapprenderà immediatamente.

A questo punto conservate il dolce in frigorifero e consumatelo dal giorno successivo (in questo modo pian piano si scongelerà e la farcitura sarà cremosa), se invece vi piace giocare di anticipo rimettete tutto in congelatore e conservatelo sino a quando vorrete consumarlo (abbiate sempre l ‘accortezza di trasferire la torta in frigo il giorno prima).

Servite con i lamponi.

Se avanzassero delle porzioni potete tranquillamente ri-congelarle.

 

 

comments powered by Disqus