Granola alle noci di Macadamia e cioccolato Modicano

27 November, 2013
C’è un insolito silenzio la mattina presto, quando tutto è ovattato dalla brina che brilla come porporina argentata e pian piano si scioglie con i primi raggi tiepidi di questo sole invernale, gli alberi ricoperti di muschio che emanano i vapori della notte e l’aria improvvisamente profuma di umido e di legna arsa… 
La gioia delle prime pozzanghere come lastre di ghiaccio ed il piacere infantile di romperle con il piede, i cespugli spogli dei rovi a ridosso dei campi che Seregno si lascia alle porte e che pian piano ti accompagnano dentro  quella Brianza, ora brulla e spoglia, macchiata dei rossi accesi e degli arancio vivi del fogliame autunnale…
Ed in casa i profumi di cannella si vanno a mescolare a quello del caramello, la produzione biscottifera natalizia ha preso il via con le prime sagome di pandizenzero per le Gingerbread House per gli ultimi corsi di decorazione, fasci di rami e aghi di pino trovano posto qua e là negli angoli di casa, pronti per le ghirlande e per decorare i primi pacchettini.
La granola, non tutti sanno bene di cosa si tratti, si fa spesso confusione perchè il signor K. la vende nei supermercati sotto nome di muesli croccante, ma se vi capitasse di fare un giro tra i Farmers Market di Union Square, nel cuore di Manhattan, vedreste questi enormi vasi pieni di cereali croccanti… Honey Almond Granola, Maple Walnut Granola e via dicendo (se siete curiosi di vedere un po’ di America vi rimando al tag USA , dove troverete tutte le foto ed i resoconti del viaggio di nozze fatto nel 2011…ecco manca proprio la tappa conclusiva, New York.. sia mai che arrivi per Natale eh! ^^)
Tornando alla nostra granola, essa costituisce la versione Autunno/inverno delle colazioni di Andrea (la versione Primavera/estate è qua), vale decisamente la pena correre al primo supermercato (anche quello tradizionale, non occorre per forza un biologico dato che sciroppo d’acero, agave e fiocchi di avena oramai si trovano tranquillamente ovunque) e farsi una bella scorta di ingredienti, la ricetta che segue è quella ufficiale di casa mia, quella che sei sicura che viene sempre, la giusta croccantezza, il giusto equilibrio tra il dolce dell’agave e l’aroma “amarognolo” dello sciroppo d’acero, non utilizzate il miele non è sano sottoporlo a temperature così alte.
Con le dosi che vi riporto andate tranquillamente a riempire un barattolo ermetrico da 2 litri, non abbiate paura che sia troppa perchè prima di tutto si conserva per settimane (anche un mese) quindi diventa perfetta per un piccolo regalo di Natale (magari confezionata in un vasettino di vetro), o le colazioni di tutto il mese (arriva Natale e piace un po’ a tutti coccolarsi con qualcosa autoprodotto), o da sgranocchiare la domenica pomeriggio sul divano guardando i classici film natalizi che si spera a breve verranno riproposti in tv (ditemi che siete anche voi drogate da Piccole Donne del ’49… non è Natale senza quel film ^^ )… insomma state certi che non avanza… Infine prendetela un po’ come faccio io, consideratela una base da arricchire a piacere o da personalizzare in base alle stagioni o a quello che avete in casa, oggi la propongo con le noci di Macadamia e cioccolato modicano, spesso la faccio con le noci pecan o più semplicemente con mandorle e una spolverata di cannella… in primavera aggiungo frutta essiccata… (uvette, fichi secchi ecc vanno aggiunti dopo la cottura in forno, al momento di invasettare, se li cuocete diventano secchi e bruciacchiati).
L’importante è che, se mantenete le dosi riportate, suddividiate il composto in almeno due teglie da forno (anche se al momento vi sembra che ci stia tranquillamente su una sola) perchè in cottura deve asciugarsi per bene e se stendete i cereali in un’unica teglia lo strato rimane troppo spesso e il tutto rimarrà umido, perdereste l’effetto croccante (e temo si formerebbero anche muffe una volta invasettata).
Potrebbero interessarti 

Ingredienti (1kg circa di granola)


340g di fiocchi di avena (o misti, avena, farro, orzo, riso, quinoa….)
una manciata di riso soffiato
140g semi misti (zucca, girasole, lino, sesamo)
100g di noci di macadamia
un cucchiaino ci cacao amaro
mezzo cucchiaino di cannella
250g sciroppo d’acero
6 cucchiai di sciroppo d’agave
4 cucchiai di olio di semi
100g cioccolato modicano tagliato a pezzetti
Scaldare il forno a 180°C e rivestire due teglie con cartaforno.
In una ciotola unire i cereali, il cacao, la cannella, i semi e le noci. 
Mescolare.
In una brocca o piccolo contenitore miscelare lo sciroppo d’acero, l’agave e l’olio.
Unire il composto liquido a quello secco, mescolare con cura in modo che tutto sia umido.
Dividere la granola nelle due teglie e disporre i cereali in un unico e sottile strato, appiattire con un cucchiaio ed infornare le teglie per una trentina di minuti, sino a che i cereali inizieranno a dorare.
Estrarre dal forno e lasciate raffreddare.
Raffreddando la granola indurirà, a questo punto romperla a pezzettoni ed invasettarla assieme al cioccolato precedentemente spezzettato.
comments powered by Disqus