Pane Pita

7 September, 2015

DSC_0477

 

Ho assaggiato il pane pita per la prima volta a New York nel 2011, ricordo che in tutta l’estate che precedette il viaggio di nozze avevo steso un programma piuttosto dettagliato della terza settimana di permanenza negli USA, settimana che avremmo appunto passato a New York.
Il programma tentava di conciliare delle soste tecniche _ la maggior parte degli ingredienti per cucina indiana che cercavo ancora non si trovavano in Italia e Kalustyan era uno tra i tanti negozi in cui progettavo di fare spese_ a quelle di carattere turistico e gastronomico _ se non avete l’opportunità di girare il mondo, New York è il luogo dove potete assaggiare ugualmente le vere cucine etniche semplicemente districandovi tra locali più o meno nascosti.
Ormai sapete come mi piace raccontare,  se volete approfondire a riguardo vi invito a cliccare sui link che vi ho sino ad ora indicato e vi ritroverete proprio in quella New York di cui in passato ho tanto raccontato…

Il pane pita, recentemente ho avuto modo di poter riassaggiare delle preparazioni mediorientali proprio a pochi km da casa mia, semplicemente recandomi ad Expo 2015 dove, a termine di una giornata passata a girare tra padiglioni e stand ci siamo seduti a dei tavoli di legno nel mezzo di un prato, dinanzi al ristorante Israeliano.

La pita è un particolare pane che viene steso sottile e cotto in forno, se fatto correttamente in cottura si gonfierà al suo interno per poi riabbassarsi in fase di raffreddamento creando una sacca che permetterà di farcirlo con hummus e falafel, ma si può anche utilizzare semplicemente arrotolato come se fosse una piadina.
Nella tradizione della cucina mediorientale con la base del pane pita si può preparare lo zaatar, un mix di spezie, sale, semi di sesamo ed olio che viene spalmato sul pane poco prima di cuocerlo e che lo trasformerà in un gustoso pane condito che solitamente servo con olive piccanti durante gli antipasti o aperitivi.

 

DSC_0474

 

Tempi: 20 minuti di preparazione + 45/180 minuti di lievitazione + 6 minuti di cottura

Difficoltà Facilissimo
Informazioni Nutrizionali ( per 1 pezzo )
 _  Calorie 154   _ carboidrati  25,4 g _  Grassi  1,9 g  _ Proteine 5 g

Ingredienti ( per 12 pezzi)

500 g di farina integrale
2 cucchiaini di lievito di birra secco
2 cucchiaini di miele di acacia *
270 ml circa di acqua tiepida
2 cucchiai di olio evo
2 cucchiaini di sale

Disponete la farina ed il sale ** all’interno di una capiente ciotola, fate la fontana e nel centro versatevi l’olio, il miele e l’acqua.
Impastate per circa 20 minuti sino ad ottenere un panetto morbido ma non appiccicoso, in base alla qualità della farina utilizzata potrà necessitarvi un gocci odi acqua in più.
Formate una palla e ponetela a lievitare in una ciotola unta di olio e coperta con della pellicola per alimenti. Lasciate lievitare sino al raddoppio ( i tempi variano a seconda della temperatura presente in casa, si passa da un minimo di 45 minuti ad un massimo di 2 ore).
Passato il tempo di lievitazione tirate un pugno sulla pasta lievitata, dovete proprio rompere la lievitazione, questo fa in modo che essa riprenda rinforzandosi ( si fa con tutti i tipi di pane). Fate riposare per circa 30 minuti.
Preriscaldate il forno a 250° C e nel frattempo dividete la pasta lievitata in 12 piccole porzioni, stendete ciascuna di esse con un mattarello sino ad ottenere un disco spesso 1-2 mm e disponetele su una teglia da forno foderata.
Infornate a forno caldissimo per circa 5-6 minuti, in cottura vedrete la pita che pian piano si gonfierà.

Man mano che sfornate il pane impilatelo in un canovaccio da cucina in modo che si mantenga caldo.

* Quando si utilizza il lievito di birra secco si può tranquillamente mettere a contatto con esso il sale. Nel caso di lievito fresco il sale va sempre aggiunto per ultimo per non bloccare la lievitazione.
** Quando si utilizza il lievito di birra secco occorre attivare la lievitazione con un paio di cucchiaini di miele o zucchero o malto, senza di esso il lievito non “lievita”.

 

DSC_0476 DSC_0473

 

Per preparare la pita allo zaatar occorre miscelare olio evo con un paio di cucchiai di sommacco, un pizzico di sale ed un trito di erbe aromatiche, quando avremo ottenuto un composto cremoso lo si spalma sulla pita cruda e, dopo aver spolverato con i semi di sesamo, si inforna.

 

DSC_0482DSC_0483

comments powered by Disqus