Petto di pollo alla melagrana

24 November, 2009

Non so voi come siate abituati a mangiare questo frutto, sin da piccola ricordo che i miei genitori ogni volta che ne compravano o raccoglievano uno solevano mangiarne alcuni chicchi di tanto in tanto, ma nulla di più.
Negli anni dopo ho visto chi si faceva delle vere e proprie insalate con questo frutto, sgranando una o più melagrane e condendo il tutto con zucchero e limone.
Personalmente non mi ha mai fatto impazzire come “frutta”, così ho deciso di informarmi un po’ guardandomi qua e là sul blog e sui vari ricettari i possibili usi di questi chicchi color rubino che da un punto di vista puramente cromatico mi fanno impazzire!
E’ nata quindi questa ricetta puramente sperimentale, frutto di idee lette in giro nella rete e riadattamenti in base ai gusti personali.
Inizio col dirvi che la carne così preparata è di una delicatezza estrema e dalle mille sfumature che partono dai profumi emessi dalla pentola sul fuoco sino al momento in cui sentirete sfaldarsi in bocca la morbidezza del pollo unito alla dolcezza del succo di arancia a cui fa da contrappunto l’asprezza e croccantezza del chicco di melagrana.

Ingredienti per 4
4 fette di petto di pollo tagliato e stricioline o pezzettoni
il succo di un’arancia
un paio di cucchiaiate di chicchi di melagrana
un filo di olio per ungere la pentolina
origano
sale (per me all’arancia)

Per prima cosa spremere l’arancia e una cucchiaiata si chicchi di melagrana (io li ho schiacciati con un cucchiaio in modo da estrarvi il succo che ho poi unito alla spremuta di arancia), mettere a marinare il pollo in una ciotola con il succo per almeno un’oretta.
Ungere un pentolino con dell’olio e adagiarvi la carne con il succo (io ho usato un pentolino di diametro piccolo con bordi alti, in modo che il succo non si dispeda sulla superficie della pentola, la carne deve essere per metà immersa nel liquido, in caso contrario aumentate la quantità di succo), far cuocere a fiamma bassissima rigirando di tanto in tanto le fettine di pollo in modo che cuociano su entrambi i lati. Il succo deve restringersi. Verso fine cottura unite l’ultima cucchiaiata di melagrana, salate e aggiungete origano a piacere.

Da abbinare ad un contorno delicato, insalata di finocchi o lattuga.
Posted by Picasa
comments powered by Disqus