Tiramisù vegano al tè Verde

14 March, 2016

DSC_1750

 

Sono giornate lente, scandite da brevi passeggiate per Seregno e per il parco perchè nonostante il peso di queste ultime settimane di attesa non voglio perdermi il piacere di vedere le prime gemme sulle piante, i prunus in fiore nella piazza principale ed i primi delicati fiori di ciliegio sui rami dell’albero accanto alla mia vecchia casa.
Aspetto con ansia l’esplosione di colori che tra poche settimane tingerà di lilla il parco su cui mi affaccio ogni mattina, il tunnel di glicine con il suo profumo che ti colpisce in pieno volto a metri di distanza, le forsizie gialle ed i gelsomini che con le loro note dolci mi accompagneranno per le vie del centro di Seregno.

Erano mesi che non sentivo il calore del sole il sabato pomeriggio, le campane della vecchia torre battere le 16 e i fiumi di persone affollare il centro storico, i bar e le caffetterie a ridosso della piazzetta; ogni volta che attraverso il cuore della mia città non posso fare a meno di rivedermi seduta su quelle panchine circondata dagli alberi di acacia, mentre le stagioni mi passavano accanto sfiorandomi con i raggi bollenti delle mattine di luglio ed i tiepidi aliti di vento dell’autunno, ed io intenta a scrivere la mia tesi di laurea… e ora … su quelle stesse panchine mi risiedo in attesa che nasca la mia bambina…

 

DSC_1745

 

Tempo: alcuni ingredienti vanno preparati la sera prima, 1 ora di preparazione e cottura, 6 ore di riposo
Difficoltà: facile
vegana
Informazioni Nutrizionali ( per porzione)  _ Calorie 664 _ Carboidrati 71,4 g _ Grassi 34,8 g _ Proteine 13,1 g

Ingredienti ( per 4 vasetti )

Per il “pandispagna”

125 g di farina integrale
50 g di fecola di patate
4 g di lievito per dolci
125 ml di latte vegetale
20 g di taina ( o burro di mandorla )
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
un pizzico di sale
80 g di zucchero di canna
70 ml di olio di girasole

Per la crema

500 ml di yogurt di soia bianco ( io utilizzo solo questo, con altre marche non ho mai provato)
1 lattina di latte di cocco
50 g di zucchero di canna
2 cucchiaini di tè matcha ( particolare tè verde in polvere che trovate da Naturasì e nei negozi specializzati in tè )

Assemblaggio

1 tazza di acqua calda in cui scioglierete 1 cucchiaino di tè matcha.
tè matcha per lo spolvero

La sera precedente ponete in frigorifero la lattina di latte di cocco e disponete tutto lo yogurt in un colino a maglie finissime in modo che il siero si separi dalla parte solida dello yogurt ( per il procedimento leggi qui ).

Preparate la torta ponendo tutti gli ingredienti secchi in una ciotola. A parte sbattete tra di loro gli ingredienti umidi, ad esclusione del latte. Versate a pioggia i secchi sul mix di ingredienti umidi e ammorbidite con il latte, mescolando continuamente sino ad ottenere un impasto omogeneo.
Versate l’impasto in una teglia rettangolare di circa 24 x 24 cm foderata con carta da forno.
Cuocete a 180° C, statico, per 30-35 minuti. Verificate la cottura con uno stecchino. Fate raffreddare completamente su una gratella in modo che la torta non rimanga umida.

Trascorse le 24 ore in frigorifero, prelevate la lattina di latte di cocco ed apritela, raccogliete la parte solida e disponetela in un robot a lame o in un frullatore, quella liquida conservatela o congelatela per un futuro curry o frullato.
Unite alla parte grassa del latte di cocco circa 200 g del formaggio di yogurt frutto dello yogurt lasciato colare nel colino, aggiungete lo zucchero, la polvere di tè ed azionate le lame sino ad ottenere una crema liscia, versatela in una ciotola e fatela riposare in frigorifero per 5-6 ore in modo che si rassodi per bene.

 

DSC_1740DSC_1742

 

Con un coppapasta della stessa dimensione dei vostri vasetti ricavate 12 dischi di pandispagna, ne andranno 3 per vasetto.
Inserite il primo disco nei vasetti di vetro e con un cucchiaino bagnatelo con il tè verde lasciato intiepidire, versatevi sopra un paio di cucchiai di crema e procedete con gli altri 2 dischi di pandispagna. Completate con uno strato abbondante di crema.
Fate riposare il dolce in frigorifero per una notte, poco prima di servire spolverate con il tè verde.

 

comments powered by Disqus