Vegan Corn Bread (Pane al mais)

24 January, 2013

Giornate vibranti, cieli tersi ed aria cristallina, come la luce che si rifrange tra i pendenti di cristallo appesi ai lampadari della scuola, quel piccolo locale che sta pian piano diventando la mia seconda casa. Un rifugio che profuma di biscotto immerso tra i viottoli di Seregno… quella Seregno che amo, fatta di piazzette, bimbi che si rincorrono lanciandosi i primi coriandoli, facce note che mi salutano dalla finestra socchiusa mentre impasto e stendo la frolla, con una nuvola di farina che si alza ed i raggi di sole che vi filtrano attraverso.
Niente mi rende così felice, parlare a ruota libera durante le ore passate assieme, condividere i trucchi, la ricetta “perfetta”, i segreti per i quali per anni ho provato, sperimentato e che finalmente posso suggerirvi di persona… vedere matite che scrivono e che si appuntano ogni parola, far riscoprire quanto diverso sia il profumo della vera pastafrolla in cottura rispetto a quelle già pronte… insegnare ad impastare e a sentire parte di sè quella palla di acqua e farina, guardare assieme il pane che lievita e che sembra respirare sotto il telo infarinato… 
E poi cucinare … nel silenzio del primo mattino, quando fuori la brina brilla ancora sotto la luna e l’aria gelida si infila come ghiaccio tra i vestiti… proporre ogni volta sapori nuovi ad accompagnare quelle tazze di tè bollente che come un rito precede ogni lezione… passare le sere a sfogliare ricettari ed appunti e scegliere la ricetta da far assaggiare spaziando tra la pasticceria vegana e i dolci fritti dell’imminente Carnevale… 

Ingredienti (per una teglia di 22 cm di diametro)

1 cup di farina integrale
1 cup di farina di mais
un cucchiaino di zucchero
1 cucchiaio di “finto uovo” ( 1 cucchiaio di semi di lino macinati finemente + 3 cucchiai di acqua, sotto la spiegazione)
2 cucchiaini di lievito chimico in polvere (per torte salate)
1/2 cucchiaino di sale
1 cup di latte vegetale
1/4 cup di acqua
1/2 cup di yogurt di soya
1 cup di peperoni tagliati a fettine (rossi, verdi, gialli)
una manciata di mais (quello in scatola, sgocciolato)

Prima di tutto prepariamo il “finto uovo”, trattandosi di una ricetta vegan occorre andare a sostituire questo alimento con un legante, i semi di lino (ma anche i semi di Chia, che però sono un po’ più difficili da trovare in Italia) hanno il potere di gelificare i liquidi in cui vengono immersi. Si possono fare budini, pudding e creme semplicemente macinandoli e aggiungendoli ad un liquido (latte, succo di frutta ecc), in questo modo oltre ad un dessert appagante unite anche tutte le virtù e le proprietà benefiche dei semi. Già qui vi avevo accennato qualcosa.
Per preparare il nostro finto uovo occorre tritare i semi e metterli in una ciotolina con 3 cucchiai di acqua fino a quando non formeranno una gelatina, occorreranno all’incirca 10 minuti.
Ora possiamo procedere con la ricetta.

Preriscaldare il forno a 200°C.
Foderare una teglia da 22cm  con cartaforno.
In una ciotola miscelare tutti gli ingredienti secchi, in una seconda ciotola gli umidi.
Aggiungere questi ultimi agli ingredienti secchi e mescolare con cura, per ultimi inserire la verdura a pezzetti ed il mais.
Versare tutto nella teglia e cuocere in forno per 20 minuti circa, fare la prova stecchino per verificarne la cottura.

Io ho accompagnato questo pane al mais con una zuppa di pomodoro bollente e piccantina!

comments powered by Disqus