World Bread Day, Pane e grissini alle olive!

16 October, 2009

Per il World Bread Day avrei voluto preparare qualcosa di particolare, ma un’esigenza puramente tecnica mi ha fatto optare per questo pane già sperimentato settimana scorsa: domani ho una cena a base di Bourguignon di carne e salsine varie, quindi mi occorre un pane di accompagnamento abbastanza alveolato e di sapore neutro. Inutile che vi riscriva la ricetta che potete trovare qui, l’unica variante è stata l’aggiunta di fiocchi d’avena sulla superficie dell’impasto (oltre alla solita semola e semini vari). Tra i vari “dietro alle quinte” di questa panificazione, volevo segnalare un piccolo problema alla mia pm, fortunatamente risolto grazie all’intervento di lei e lei. Già durante il rinfresco di ieri mi sono accorta che qualcosa non andava, la consistenza della pm era piuttosto asciutta, quando in genere è collosa e appiccicosa… dopo le 7 ore successive al rinfresco (in cui la pm riposava nella sua ciotola coperta da un piatto) ho ritrovato una pasta ancora più secca in superficie, evidentemente da sotto il piatto è passata dell’aria…CRISI. Come suggeritomi, stamattina ho effettuato un nuovo rinfresco, questa volta ho aggiunto un cucchiaio d’acqua in più rispetto ai canonici del rinfresco, e sembrerebbe che la mia pm si sia ripresa, con i 200g “scartati” ho provato a fare i miei primi grissini, non saranno un “pane speciale” da WBD, ma sicuramente saranno apprezzati dalle bocche fameliche che pasteggeranno stasera in casa mia!!

Ecco quindi la mia ricetta ufficiale per il WBD, per chi non sapesse esattamente cosa sia , il post di Zorra illuminerà le vostre menti su questa giornata speciale!

Grissini alle olive con Pasta Madre

Ingredienti
175g pasta madre rinfrescata

250g farina

6g sale (la ricetta ne prevede 12, ma avendo ggiunto delle olive già saporite ho preferito diminuire)

32g di olio EVO
acqua tiepida qb per ottenere un impasto non appiccicoso (circa mezzo bicchiere)

Per prima cosa ho sciolto la pm in un po’ di acqua tiepida, aggiungendo l’olio, la farina e poco per volta l’acqua, in base a quanta me ne richiedeva l’impasto, in modo da ottenere un composto sodo e non appiccicoso. Come ultimo ingrediente ho aggiunto il sale e le olive denocciolate tagliate a metà. Ho lavorato per una decina di minuti l’impasto, facendo in modo che le olive si amalgamassero ben bene, su una spianatoia infarinata ho steso la pasta formando un rettangolo alto 1cm (aiutatevi col mattarello) e ho coperto con un canovaccio umido. Dopo 3 ore di lievitazione ritagliare con una spatolina -o un coltello- tante striscioline larghe 1,5 cm e arrotolarle con le dita, andando a formare dei salsicciotti irregolari. Volendo potete spennellarli con un po’ di olio e spolverizzarli con dei semini prima di infornarli a 200° per circa 30 minuti (il tempo di cottura varia a seconda delle dimensioni dei vostri grissini e dai vostri gusti personali, se li volete secchi lasciateli cuocere di più, se li volete morbidi regolatevi “al tatto” e sfornateli prima).

world bread day 2009 - yes we bake.(last day of sumbission october 17)

comments powered by Disqus