Zuppa di miso

3 February, 2011
Devo ringraziare ancora una volta tuuuutte le persone che mi seguono e che commentano il mio blog, stare al passo con i ringraziamenti è dura, specialmente se si dedicano ad Internet una manciata di minuti sporadici durante la giornata; se qualche tempo fa passavo delle intere serate al computer ora cerco di dedicarvi il minor tempo possibile, lo stesso vale per Facebook… la disintossicazione semplicemente perchè effettivamente si vive meglio, la mente è più leggera e il tempo per altre cose aumenta, chessò… ora riesco a farmi finalmente le mie due orette di camminata al giorno, una al mattino ed una nel primo pomeriggio. Insomma, la prova costume (e abito da sposa) si avvicina! ^-^


Detto questo, giusto per stare in tema “leggerezza” eccovi una zuppa di miso: giusto per dedicare due righe a questo alimento vi spiego velocemente di cosa si tratta.
Il miso può essere considerato un sostituto naturale del dado da cucina, è una pasta molto consistente di colore scuro derivante dalla fermentazione dei fagioli di soia, o orzo o riso. Ne basta un cucchiaino per persona sciolto in un brodo di verdure (fatto con le verdure, non con il dado o granulare), non deve bollire quindi va aggiunto a fine cottura e al massimo scaldato leggermente.
Lo trovate nei negozi di alimentazione bio e naturale.


Ingredienti (per 2, ma la quantità di verdure è variabile a gusto)
1 grossa carota
1 porro o un paio di cipollotti
2 foglie di verza (o cavolo)
2 cucchiaini di miso
2 strisce di alga Wakame
salsa si soya qb

Per prima cosa pulire le verdure.
Tagliare la carota a fettine spesse 1-2 mm, il porro a metà e a fettine sottili sottili, idem con la verza.
Mettere la Wakame in ammollo per 10 minuti in acqua tiepida, strizzarla e tagliarla a pezzettini.
Mettere le verdure in una pentolina e ricoprire con acqua. Lasciar cuocere a fuoco basso per una quindicina di minuti. Aggiungere il miso e mescolare con cura in modo che si sciolga per bene.
A piacere condite con un cucchiaino di salsa di soya a testa.
Volendo potete aggiungere del tofu tagliato a cubetti.
Servire subito.
Nel caso vogliate preparare il piatto in anticipo, al momento di consumarlo riscaldate il brodo senza portarlo ad ebollizione (il miso non deve bollire), oppure aggiungete la pasta di miso all’ultimo momento dopo aver riscaldato il tutto.
comments powered by Disqus