Chips di zucca e barbabietola rossa

8 February, 2012
Vi piace la domenica?
Che domanda… sicuramente si, o almeno alla maggioranza delle persone.
Sarà la neve, il freddo, ma sto decisamente riscoprendo il piacere delle domeniche passate in casa, io che fino a qualche anno fa facevo di tutto per starmene fuori il più possibile… a volte soffocata dal non riuscire a trovare uno spazio tutto mio quando in casa ci trovavamo tutti e quattro al completo, o semplicemente per catturare ogni singolo istante del “giorno di festa” in una Seregno che sembra tanto città… ma che in tante cose mantiene i caratteri di una volta: la piazzetta del centro con i rintocchi la torre medievale, l’eco della campana della Basilica, i bambini seduti ai tavolini in pasticceria con mani e cappotti spolverati del bianco zucchero a velo, la gente che si accalca alle porte della chiesa, il profumo di ragù nell’aria…
Ora sono qua, tra le mie nuove mura… spio dall’alto una parte di Seregno, i suoi tetti e i comignoli in piena attività… la domenica mattina passa dolcemente tra una tazza di tè, qualche rivista di cucina sfogliata distrattamente o le letture sui blog, senza far caso all’orologio…
La domenica è anche il giorno in cui la voglia di creare si fa sentire maggiormente, e allora perchè rimandare ulteriormente la preparazione del Plum Cake che da giorni studiavo, modificavo e personalizzavo? Poi la stesura del post su Chicago… ed improvvisamente il ricordo del Chutney ai datteri ed uvette assaggiato al Candle Cafè di NY… una rapida ricerca sui miei libri, un’occhio in dispensa e… sì ho tutto.
E poi ancora, la barbabietola rossa trovata al biologico, la zucca nella cesta, il ricordo delle chips dell’altra sera… e un’altra ciotolina da cui attingere e sgranocchiare in un tardo pomeriggio guardando vecchi telefilm alla televisione.
Ingredienti
1 fetta di zucca
1 barbabietola rossa cruda
un bicchiere di aceto di mele
sale e pepe 
Contrariamente alle Kale chips di qualche giorno fa, ho cotto queste nuove chips nel forno microonde, giusto per sperimentare e capire quale delle due cotture fosse la migliore.
Devo dire che con il microonde, oltre che risparmiar tempo, non si rischia di bruciacchiare e scurire la superficie della chips, mantenendo vivo il suo colore. Tra qualche giorno arriverà l’essiccatore che ho acquistato online e proverò ad essiccare nuova verdura, così da potervi suggerire nuovi metodi per preparare questi “snack” che, credetemi, non hanno nulla da invidiare alle patatine in busta.
A tal proposito, ho voluto applicare alle chips di barbabietola il trattamento che si adopera nella preparazione di alcune patatine industriali: il bagno nell’aceto.
Non temete, il sapore dell’aceto non si sente minimamente (anche perchè il cottura evapora tutta la parte alcolica) ma ne rimane un gusto saporito e particolare e, sopratutto nel caso della barbabietola, va ad eliminare le note amarognole di questo ortaggio.
Dopo aver lavato e sbucciato la zucca (potete anche non sbucciarla, la buccia è molto buona!) con l’aiuto di una mandolina (o con un coltello e tanta pazienza) ricavatene delle fettine sottili sottili (si parla di spessori pari ad un millimetro…). Fate la stessa cosa con la barbabietola ( io l’ho semplicemente lavata ma non sbucciata).
Disporre le chips di zucca su di un unico strato in un piatto adatto al microonde, spolverarle con sale e pepe  ed infornare alla massima potenza per circa tre minuti, controllandole di tanto in tanto. Passato questo tempo verificatene la consistenza: nel caso siano ancora umide e molli prolungare la cottura di ancora un paio di minuti fino a quando non le troverete disidratate (occhio a non bruciarle), raffreddandosi tenderanno ad asciugarsi e insecchirsi.
Per quanto riguarda la barbabietola, con una pinza per alimenti ho immerso brevemente ogni singola chips nell’aceto di mele, ho poi adagiato il tutto sul piatto del microonde e ho spolverato con un po’ di sale fine.
Infornare come per la zucca.
Saporitissime!
comments powered by Disqus